30 nov 2018

CARCIOFI ALLA VIDDANEDDA


Quella dei carciofi alla viddanedda è una ricetta di origini contadine davvero semplice che però è diventata una ricetta base per la preparazione di diverse varianti, per esempio i carciofi ripieni.Il nome siciliano di questo piatto indica proprio il contadino "u viddanu" in questo caso a viddanedda è la moglie del contadino che prepara queste pietanze. 
Nella dieta mediterranea questo ortaggio è classificato tra i più importanti proprio per le sue proprietà benefiche per l'organismo già conosciute almeno dal XVII secolo, confermate da recenti studi il carciofo oltre ad essere uno stimolante per il fegato e cistifellea, trova per esempio utile impiego terapeutico nella cura dei calcoli biliari, dell'insufficienza epatica e alcune forme di ipercolesterolomia (colesterolo alto).

                      Carciofi col tappo
                      Caponata di carciofi


Carciofi alla Viddanedda
Ricetta

Ingredienti:
5 carciofi 
3 spicchi di aglio
3 filetti di acciuga 
Prezzemolo tritato
Olio di oliva
1 limone

Procedimento :
Possiamo scegliere di lasciare interi i carciofi oppure tagliarli a quarti, in ogni caso dobbiamo eliminare le foglie esterne più dure ma soltanto le prime, tagliare il gambo quasi del tutto, tagliamo le punte con le spine e metterli in una ciotola con acqua e il succo del limone per non farli annerire, in un tegame con un giro d'olio di oliva facciamo rosolare i spicchi di aglio tagliati a fettine e i filetti di acciuga quindi quasi subito mettiamo i carciofi e li facciamo rosolare 2/3 minuti, aggiungiamo 2 bicchieri di acqua sale e pepe coprire con un coperchio e lasciamo cuocere per circa 15 minuti, aggiungere il prezzemolo tritato e servire nei piatti con il sughetto rimasto.

27 nov 2018

POLPETTE DI SARDE


Le Polpette di sarde fanno parte delle ricette tradizionali più antiche della Sicilia. Il pescato del mediterraneo ha sempre rappresentato una ricchezza non solo economica ma anche dal punto di vista nutrizionale, sappiamo bene quanto il pesce azzurro così ricco di grassi buoni e omega 3 sia tanto importante per il nostro organismo e per la prevenzione delle malattie cardiovascolari. La cucina siciliana offre molte possibilità diverse per cucinare il pesce azzurro rendendolo più accattivante e appetitoso, questo vale per i grandi quanto per i più piccoli, basta un po di Buona volontà e una buona ricetta, appunto.

Ingredienti per 4 p.

1 kg. di sarde (pescato mediterraneo)
1 uovo
2 cucchiai di pecorino grattugiato
sale e pepe q.b.
prezzemolo
2 cucchiai di pangrattato
farina per la panatura
Olio di oliva per friggere
1 limone

Procedimento:

Pulire le sarde una per una disquamarle, eliminare testa e viscere aiutandoci con un coltello e con il pollice scorrendo a fianco della lisca centrale la apriamo a libro ed eliminiamo la lisca, giriamo la sarda sul dorso ed eliminiamo la pinna dorsale, avendo fatto questo la poniamo in una ciotola, finiamo così tutte le sarde. Adesso nella ciotola con le sarde pulite aggiungiamo l'uovo, il prezzemolo tritato, il formaggio grattugiato, sale e pepe e il pangrattato, impostiamo stringendo con le mani da frantumare il tutto il più possibile, formiamo le nostre polpette (risulteranno morbide) aiutiamoci con le mani appena inumidite con acqua in modo da renderle lisce e le porgiamo in un piatto, al momento di friggerle le passiamo in un piatto con della farina e quindi le friggiamo in olio di oliva già caldo per 2/3 minuti a fiamma moderata sia da un lato che dall'altro le mettiamo su carta assorbente e poi guarnite con dei quarti di limone nei piatti di portata come preferite, con insalata verde o con verdure.

Ti potrebbe interessare vedere anche Polpette di sarde in salsa