Post

Visualizzazione dei post da Gennaio, 2014

PASTA ALL'AMATRICIANA

Immagine
  La pasta all'amatriciana è un percorso obbligato dei miei viaggi gastronomici per un piatto nazional-popolare, anche se apparentemente facile, questa ricetta offre spesso spunto di punti di vista controversi, ci va la cipolla, come fanno alcuni? E l'aglio? Spesso sento dire bucatini all'amatriciana, allora perché  ad Amatrice la fanno con gli spaghetti? Ecco quindi la ricetta originale: Ingredienti: Per 4 p. 300 g di spaghetti  200 g di guanciale  400 g di pomodori pelati 150 g di pecorino grattuggiato  125 g di vino bianco per sfumare  Sale e pepe q.b. 1 peperoncino Procedimento: Per prima cosa mettere l'acqua sul fuoco per gli spaghetti,  quindi prepariamo gli ingredienti, grattugiamo il pecorino e lo teniamo da parte, adesso prendiamo il guanciale e lo tagliamo a listarelle, adesso in una padella con 1 cucchiaio di olio di oliva,  mettiamo il guanciale e farlo rosolare fino a diventare croccante e lucido, quindi sfumare con mezzo bicchiere di vino bianco, lasciamo

BUSIATE CON PESCE SPADA E COZZE

Immagine
 Ricetta particolarmente gustosa, questo condimento richiede un sapiente innesto di due sapori di grande carattere e solo un giusto equilibrio può garantire un risultato eccezionale, un vero trionfo della gastronomia siciliana.

SGOMBRI AMMUTTUNATI (imbottiti)

Immagine
Lo sgombro molto presente nel mediterraneo, rientra nella categoria del pesce azzurro per via delle grandi quantità di pescato. E' una qualità di pesce che si presta a diverse ricette di cucina, alcune di queste ricette più famose fanno parte della cultura di una cucina povera ma allo stesso tempo di alta gastronomia rinomata in tutto il mondo.

CANNELLONI DI PASTA FRESCA ALLA RAGUSANA

Immagine
Nell'antica tradizione Ragusana si fa cenno ai cannelloni con la ricotta e verdure di svariate varietà, altrimenti non poteva essere, data la cultura contadina e casearia della Sicilia sud orientale. Abbiamo già trattato il tema sulle origini della pasta fresca fatta in casa, se vuoi approfondire questo argomento clicca  qui  . Questo piatto oltre che con ragù di carne e un infinità di varianti si presta volentieri alla fantasia di chi vuole sbizzarrirsi in cucina, nella mia versione ho usato delle cime di broccoletti, della ricotta misto pecora, molto saporita, del caciocavallo Ragusano D.O.P. e Pecorino Siciliano D.O.P. grattugiato.

RICCIOLA ALL'ACQUA PAZZA

Immagine
Piatto tradizionale marinaro dell'Italia meridionale. Si tratta di una ricetta molto semplice che un tempo i pescatori a bordo dove spesso mancava il sale cucinavano con l'acqua di mare, un sughetto squisito con cui ci si poteva mangiare una pagnotta di pane che ti ripagava di una giornata di fatica in mare. Ingredienti per 4 p. 2 ricciole non meno di 500/600 g. ciascuna 8 pomodorini Pachino I.G.P. 1 ciuffo di prezzemolo 2 spicchi di aglio 1 rametto di origano 1 limone olio di oliva sale e pepe Procedimento: in una padella abbastanza larga facciamo rosolare l'aglio e subito dopo adagiamo le ricciole, i pomodorini tagliati a dadini, il prezzemolo tritato, salare e pepare ,  irroriamo generosamente con olio di oliva, aggiungiamo 2 bicchieri di acqua e facciamo prendere il bollore a fiamma vivace, adesso a fiamma moderata coprire con un coperchio e lasciamo cuocere per 15 minuti, spegnere la fiamma, aggiungiamo l'origano sbriciolato e 1 limone spre

PAN BRIOCHE FARCITO ALLA MESSINESE

Immagine
Questa ricetta è da attribuire per tradizione alla città di Messina, partendo da una  più famosa focaccia messinese condita principalmente con verdura scarola per arrivare ad un vero street-food semplificando questo accostamento confezionando dei deliziosi panzerotti detti "Pituni, oppure Pidoni" l'origine del nome non è ben chiaro che però vengono fritti, mentre alcuni li fanno anche al forno e qui possiamo sbizzarrirci come sempre alle infinite varianti, infatti il mio pan-brioche è una variante di questa. Posso assicurarvi che sono davvero molto gustosi e seguendo il procedimento vi accorgerete subito perchè.

CACCIAGIONE ALLA SICILIANA

Immagine
La Sicilia è sempre stata molto ricca di selvaggina e nei secoli passati i nobili e gli aristocratici avevano un vero debole nel praticare la caccia per poi organizzare veri banchetti e dare sfogo al vanto e alla vanità. La cucina era spesso affidata a poveri contadini che con grande maestria sapevano creare eccellenti pietanze sfruttando le risorse che la terra offriva e in Sicilia le risorse non erano poche e tutte di ottima qualità. Questa ricetta è adatta per cucinare tutta la cacciagione di volatili oltre che lepri e conigli, i tempi di cottura variano per dimensione e tipologia

LINGUINE CON SOGLIOLA IN UMIDO

Immagine
Ingredienti per 4 p. 300 g. di linguine 2 sogliole di media pezzatura 2/3 gamberi freschi /oppure scampi vino bianco 4 pomodorini Pachino 1 scalogno 1 spicchio di aglio 1 peperoncino  6/7 fiori di zucchinette qualche foglia di basilico prezzemolo 2 rametti teneri di sedano Procedimento: In una padella facciamo rosolare lo scalogno affettato il peperoncino e l'aglio sminuzzato, aggiungiamo i pomodorini tagliati a dadini e facciamo rosolare le sogliole dai due lati e sfumare con mezzo bicchiere di vino bianco a fiamma vivace, aggiungiamo le erbe aromatiche basilico, prezzemolo fiori di zucchinette e sedano insieme ai gamberi con tutto il guscio mettiamo acqua a coprire un pizzico di sale e facciamo cuocere per 40 minuti a fiamma moderata. Adesso togliamo le sogliole dalla padella e le mettiamo in un piatto di portata, scolare le linguine al dente e versarle nella padella con il brodo della sogliola, amalgamare qualche minuto guarnire i piatti