Post

Visualizzazione dei post da Dicembre, 2019

PASTA ALL'AMATRICIANA

Immagine
  La pasta all'amatriciana è un percorso obbligato dei miei viaggi gastronomici per un piatto nazional-popolare, anche se apparentemente facile, questa ricetta offre spesso spunto di punti di vista controversi, ci va la cipolla, come fanno alcuni? E l'aglio? Spesso sento dire bucatini all'amatriciana, allora perché  ad Amatrice la fanno con gli spaghetti? Ecco quindi la ricetta originale: Ingredienti: Per 4 p. 300 g di spaghetti  200 g di guanciale  400 g di pomodori pelati 150 g di pecorino grattuggiato  125 g di vino bianco per sfumare  Sale e pepe q.b. 1 peperoncino Procedimento: Per prima cosa mettere l'acqua sul fuoco per gli spaghetti,  quindi prepariamo gli ingredienti, grattugiamo il pecorino e lo teniamo da parte, adesso prendiamo il guanciale e lo tagliamo a listarelle, adesso in una padella con 1 cucchiaio di olio di oliva,  mettiamo il guanciale e farlo rosolare fino a diventare croccante e lucido, quindi sfumare con mezzo bicchiere di vino bianco, lasciamo

SEMIFREDDO AI FRUTTI DI BOSCO

Immagine
Ingredienti: 300 gr. Di frutti di bosco (io ho usato quelli congelati) 300 gr. di zucchero 4 albumi d'uovo 250 gr.di panna fresca + 250 gr. di panna fresca per guarnire Procedimento: Mettere in un tegame i frutti di bosco e lo zucchero, portare ad ebollizione fino alla temperatura di 121°, tenere da parte due cucchiai di sciroppo e frutti di bosco (serviranno per decorare), contemporaneamente montare a neve ferma gli albumi con 1 cucchiaio di zucchero, unire lo sciroppo dei frutti di bosco (frullati con un minipimer) ancora bollenti con gli albumi e continuare a montare fino a raffreddamento (in questo modo avviene la pastorizzazione degli albumi) , montare 250 gr. di panna e incorporare con un cucchiaio delicatamente al composto, versare tutto il composto in un contenitore per pane in cassetta e porre in congelatore per 4 ore. (Consiglio di mettere della pellicola all'interno del contenitore per facilitare l'estrazione). Dopo 4 ore riprendere il contenitor

AGNOLOTTI PIEMONTESI CON RIDUZIONE DI BRASATO E FUNGHI PORCINI

Immagine
Gli agnolotti sono un primo piatto di pasta fresca fatta in casa originari del Monferrato, realizzati con un ripieno fatto con gli avanzi di arrosti e brasati precedenti. La forma origininale è quadrata, mentre quella che ho usato io è quella del plin, un tipo di pasta sempre piemontese ma della zona della provincia di Asti fatti con un ripieno di brasato di asino. Per prima cosa dobbiamo fare la pasta fresca come al solito, per 6 persone utilizziamo 500 g. di semola rimacinata e 5 uova fresche. Tiriamo una sfoglia sottilissima, per chi usa la macchina dovrà usare l'ultima tacca.  Il ripieno: Come vuole la tradizione useremo i pezzi di brasati e arrosti che abbiamo conservato nel congelatore con il relativo fondo di cottura. Dopo averli scongelati li tagliamo a pezzi piccoli e frulliamo il tutto insieme al fondo di cottura e il suo brodo aggiungendo anche del parmigiano grattugiato, mettiamo il tutto in una sac a poche senza bocchetta. Avendo tirat

SCALOPPINA DI POLLO AL LIMONE

Immagine
Le scaloppine al limone rappresentano un secondo molto ricco e gustoso, facile da preparare in pochissimo tempo. Fa parte dei piatti tradizionali della cucina italiana dagli anni 60, infatti sono una variante più povera del Lacerto di vitello  che all'epoca gli chef preparavano per le grandi occasioni. Ingredienti: 4 fettine di petto di pollo Farina "00" q.b. 1 cucchiaio di amido di Mais 1 limone biologico La buccia grattugiata di limone 1 rametto di rosmarino 1 bicchiere di vino bianco Olio evo Sale e pepe q.b. Procedimento: Passare le fette di pollo nella farina e le facciamo rosolare in una padella antiaderente con un giro di olio di oliva a fiamma moderata, quando si è formata la crosticina dai due lati sfumare con il vino bianco, lasciate sfumare bene un paio di minuti, adesso aggiungere 1 cucchiaio di amido di mais sciolto in un bicchiere colmo d'acqua, mettiamo il rametto di rosmarino, salare e coprire con un coperchio, quando riprende il bo