Post

Visualizzazione dei post da Giugno, 2011

PASTA ALL'AMATRICIANA

Immagine
  La pasta all'amatriciana è un percorso obbligato dei miei viaggi gastronomici per un piatto nazional-popolare, anche se apparentemente facile, questa ricetta offre spesso spunto di punti di vista controversi, ci va la cipolla, come fanno alcuni? E l'aglio? Spesso sento dire bucatini all'amatriciana, allora perché  ad Amatrice la fanno con gli spaghetti? Ecco quindi la ricetta originale: Ingredienti: Per 4 p. 300 g di spaghetti  200 g di guanciale  400 g di pomodori pelati 150 g di pecorino grattuggiato  125 g di vino bianco per sfumare  Sale e pepe q.b. 1 peperoncino Procedimento: Per prima cosa mettere l'acqua sul fuoco per gli spaghetti,  quindi prepariamo gli ingredienti, grattugiamo il pecorino e lo teniamo da parte, adesso prendiamo il guanciale e lo tagliamo a listarelle, adesso in una padella con 1 cucchiaio di olio di oliva,  mettiamo il guanciale e farlo rosolare fino a diventare croccante e lucido, quindi sfumare con mezzo bicchiere di vino bianco, lasciamo

MONREALE

Immagine
Il Duomo di Monreale è Patrimonio UNESCO  inserito nella World Heritage List con il percorso di Palermo-arabo-normanna nel 2016 -   M onreale è un comune della provincia di Palermo  in Sicilia, e con i suoi circa 37.000 abitanti e un estensione territoriale di 529 kmq. è il sesto comune d'Italia . Dista da Palermo appena 5 km, situato alle pendici del monte Caputo a 310 mt. slm.  Secondo la storia le sue origini deriverebbero da un antico villaggio arabo, successivamente con l'insediamento dei Normanni  il luogo era meta di riposo e villeggiatura. Il periodo era l'XI secolo e della dinastia Normanna quella sotto Guglielmo II è conosciuta proprio per le costruzioni  tipiche dove riposarsi dalle leggendarie battaglie. L'importanza di Monreale prende forma concreta proprio grazie a Guglielmo II D'Altavilla detto anche il Buono, secondo cui  durante un giorno di caccia nei boschi intorno a Monreale, si fermò a riposare sotto un carrubbo e si addormentò, ebbe i

NOTO ....città Barocca

Immagine
Noto - la cattedrale - N oto è un comune di 24.000 abitanti della provincia di Siracusa in Sicilia, da cui dista circa 32 Km. di notevole estensione territoriale, copre oltre un quarto della provincia, è infatti il più grande comune della Sicilia e il quarto in Italia. La sua collocazione è situata  ai piedi dei monti Iblei, e si estende fino alla frazione del lido Noto, coprendo una parte di costa da cui prende il nome del golfo. Lido Noto : E' una  frazione con appena 250 abitanti, di tradizione marinara, fu fondata agli inizi del XX secolo,   possiede delle spiagge di sabbia finissima e dorata, piena di stabilimenti balneari e strutture turistiche, negli ultimi anni è stato riscontrato un forte accrescimento di villette, meta di villeggiatura degli abitanti del circondario, oltre che di turisti. Nella storia Noto è ricordata  nel periodo Arabo-Normanno, quando  nel 1071 i normanni cacciarono via gli arabi dalla Sicilia e la caduta di Noto nel 1091 segnò proprio l'

POZZALLO

Immagine
lungomare di Pozzallo autore del file  Pequod76 P ozzallo è un comune di circa 19,500 abitanti della provincia di  Ragusa  in Sicilia, da cui dista 30 km. e confina  con Modica ed Ispica e si affaccia sul Mare Mediterraneo. In gran parte il suo territorio si estende lungo la costa, ne consegue che Pozzallo è un comune tipicamente Marinaro, anche se vi si trovano diverse aziende agricole, in gran parte impegnati nella coltura di vigneti e oliveti.