Post

Visualizzazione dei post da Settembre, 2012

PASTA ALL'AMATRICIANA

Immagine
  La pasta all'amatriciana è un percorso obbligato dei miei viaggi gastronomici per un piatto nazional-popolare, anche se apparentemente facile, questa ricetta offre spesso spunto di punti di vista controversi, ci va la cipolla, come fanno alcuni? E l'aglio? Spesso sento dire bucatini all'amatriciana, allora perché  ad Amatrice la fanno con gli spaghetti? Ecco quindi la ricetta originale: Ingredienti: Per 4 p. 300 g di spaghetti  200 g di guanciale  400 g di pomodori pelati 150 g di pecorino grattuggiato  125 g di vino bianco per sfumare  Sale e pepe q.b. 1 peperoncino Procedimento: Per prima cosa mettere l'acqua sul fuoco per gli spaghetti,  quindi prepariamo gli ingredienti, grattugiamo il pecorino e lo teniamo da parte, adesso prendiamo il guanciale e lo tagliamo a listarelle, adesso in una padella con 1 cucchiaio di olio di oliva,  mettiamo il guanciale e farlo rosolare fino a diventare croccante e lucido, quindi sfumare con mezzo bicchiere di vino bianco, lasciamo

LINGUINE ALLE VONGOLE.....Special

Immagine
Piatto nazional-popolare quello della pasta con le vongole, ma quella che vi propongo è una versione speciale dell'Italia meridionale. L'abbinamento degli ortaggi ai primi piatti di pesce ha sempre rappresentato un poco l'asso nella manica dei grandi chef,  alla ricerca della corposità e della consistenza per rendere un piatto davvero speciale e unico

CUCUZZA FRITTA C'ACITU (Zucca in Agrodolce)

Immagine
Questo è un piatto veramente povero, ma che arricchisce la tavola in ogni occasione. Ricetta  molto antica della gastronomia siciliana, rispetto a molte altre ricette però devo dire che è sempre apprezzata, di conseguenza molto in uso, molto semplice da preparare, basta seguire bene il procedimento. Si presenta come un contorno anche se personalmente lo indicherei anche nell'antipasto se non addirittura all'aperitivo, con quel sapore tipicamente mediterraneo potrebbe essere affiancato alle olive bianche di Castelvetrano e vino nero d'Avola freddo, ma anche davanti ad un bianco d'Alcamo ghiacciato sarebbe una meraviglia. Comunque sia, una tavola ricca dove si può trovare caponata di melanzane e  parmigiana, la cucuzza fritta farà la sua bella figura

POLPETTE DI SARDE in salsa

Immagine
Nella cucina Siciliana questa ricetta ancora una volta rispecchia la tradizione e anche la cultura. La terra e il mare, due elementi vitali, pure se dalle cose semplici  sono state scritte pagine della gastronomia che rimarranno indelebili nel tempo. La sardina del mediterraneo, icona del pesce azzurro, in questa incredibile versione dai profumi eccezionali

MELANZANINE AMMUTTUNATI

Immagine
Eccovi un'altra ricetta, fiore all'occhiello della Gastronomia Siciliana. Proprio in questo periodo settembrino è più facile trovare le melanzane piccole, devono essere più o meno quanto un'arancia e anche più piccole, risultano un poco piccantine ma assolutamente deliziose. Questa pietanza era molto in uso fino agli anni 70 e rappresentava a tutti gli effetti un secondo piatto.

PANORAMI SICILIANI

Immagine
Borgata marinara a S. Elia

PASTA CON LE PATELLE

Immagine
Questa è una pasta tipicamente di mare, realizzata con un ingrediente particolare, che non si trova in vendita ma te lo devi procurare da te stesso. Per chi ha la passione di passeggiare tra gli scogli scrutando granchetti e pesciolini, ha avuto sicuramente l'occasione di vedere delle conchigliette attaccate agli scogli appena bagnati dal mare, sono proprio le Patelle

Visita alle rovine di SOLUNTO

Immagine
Solunto Temple Solunto è stata una delle prime città fondate in Sicilia dai Fenici, le altre erano Mozia e Palermo. Adagiata su un pendio del promontorio formato dal monte Catalfano, occupa una suggestiva posizione panoramica da cui si domina il mare di Capo Zafferano a soli 2 kilometri da Santa Flavia nella provincia di Palermo. Fondata dai cartaginesi nel IV sec. a.c. probabilmente sui resti di una più antica città Fenicia, di cui ne mantennero il controllo per oltre un secolo per passare poi sotto il dominio romano. Il declino iniziò dal I secolo d.c. fino al completo abbandono nel II sec. d.c. Panorama di Santa Flavia vista da Solunto . suddivisione degli insediamenti del periodo. Le rovine  dell'antica Solunto, città Ellenistico-Romana emergono con tutto il loro fascino l'aspetto di una città della Sicilia antica, la sua organizzazione civica- religiosa e la vita quotidiana dei suoi abitanti. Gli scavi iniziati nel secolo scorso hanno infatti riportat