A PROPOSITO DI POMODORO......

pomodoro a grappolo
Questo post nasce dall'idea di creare uno spazio di prodotti tipici Siciliani, cominciamo quindi con il pomodoro, qui di seguito scopriremo alcune tipologie e loro derivati secondo una tradizione tutta Siciliana. Ovviamente non si tratta di un elenco completo ma solo alcuni dei più famosi....e qualche dettaglio....come per esempio imparare a fare una perfetta salsa di pomodoro...


pomodoro riccio


La Sicilia è il più qualificato centro produttivo del mediterraneo, con oltre 10.000 aziende impegnate in questa coltivazione. L'ampio territorio Siciliano, garantisce alle coltivazioni un esposizione solare costante, oltre a questo va considerato tutto l'aspetto ambientale tra montagne, pianure e mare, un mix di acqua, salinità e ventilazione perfetta che rendono unica la Sicilia nella qualità di questo prodotto. Nel corso degli anni è stata consolidata la tradizione che risponde positivamente al consumatore sempre più attento e rigoroso. La produzione del pomodoro interessa tutto il territorio Siciliano che è di ottima qualità dalla valle del Belice e tutta la sicilia occidentale fino alla piana Etnea e da qui alla zona del Ragusano e tutta la Sicilia orientale e sud orientale.

 Valori Nutrizionali per 100 g.-


Energia ........................18 kcal
proteine.........................0,8 mg
Glucidi...........................3,5 g
Lipidi.............................0,3 g
Fibre..............................1,2 g
Sodio.............................5 mg
Potassio...........................226 mg
Pro-Vitamina A................600 ug
Vitamina C.....................18 mg
Vitamina B9.................20 ug
Licopene (antiossidanti)..2573 ug
Luteina e Zeaxantina......123 ug
Il Parere del Nutrizionista:
Il pomodoro è poco calorico e ricco di pigmenti carotenoidi, tra cui la pro-vitamina A, contiene anche del Licopene, un pigmento naturale che possiede virtù antiossidanti e che quindi una volta consumato protegge i tessuti,  contiene anche Vitamina C.

Varietà di pomodori Siciliani:

Pomodoro Tombolino

Pomodoro Tombolino:
Negli ultimi anni questa varietà di pomodoro sembra avere ottenuto un largo consenso da parte dei consumatori, in particolar modo da coloro che amano produrre in famiglia le conserve  di salsa di pomodoro, (parliamo sopratutto del popolo siciliano). Mentre un tempo esisteva la diatriba tra pomodoro riccio e san marzano, oggi sembra che il tombolino abbia riassunto le caratteristiche peculiari di entrambi le varietà. Il tombolino cosi ricco di polpa ha una resa eccellente in cottura e non rilascia eccessiva acqua, ne consegue una salsa densa e dal sapore di gran carattere.

                                                        Pomodorini di Pachino IGP,
Il pomodoro di Pachino ormai famoso in tutto il mondo si presenta in quattro qualità  autenticate e tutelate dal consorzio "Pomodoro di Pachino IGP", il più conosciuto di essi è il pomodorino ciliegino ma fanno parte di questo tesoro anche il costoluto dal colore verde scuro brillante tipicamente insalataro, il pomodoro tondo liscio e il pachino a grappolo. Inutile dire che la produzione è tipica della Sicilia sud orientale e riunisce le maggiori aziende agricole del comprensorio pachinese.


Pomodoro Siccagno di Valledolmo.
E' un prodotto assolutamente superiore, risultato di eventi siccitosi e stagioni particolarmente secche, viene raccolto a mano e coltivato in asciutto secondo tecniche già consolidate, sfruttando le caratteristiche del terreno e l'umidità atmosferiche. Il Siccagno nasce a Valledolmo nelle basse Madonie sfruttando le potenzialità della terra di Sicilia e del clima tipicamente mediterraneo con un esposizione solare che matura fino a 40°. La salsa ottenuta da questo pomodoro ha una resa di almeno 3 volte superiore ad una salsa comune, proprio per la sua mancanza di acqua e di una polpa consistente.



 Estratto di Pomodoro.
Per ottenere l'estratto di pomodoro occorrono due ingredienti speciali: il pomodoro Siciliano e il sole di Sicilia. Viene preparata la salsa di pomodoro fresco secondo il metodo delle conserve e va poi disteso in un asse di legno esposto al sole dalla mattina fino alla sera per un periodo di circa 2/3 giorni, solitamente questo viene fatto tra il mese di luglio e agosto perchè il sole deve essere molto forte. Tenete presente che per ottenere un panetto di estratto di pomodoro di 1 kg. occorrono 10 kg. di pomodoro. Viene utilizzato in moltissimi piatti siciliani la più famosa tra i quali   A pasta c'anciova e muddica atturrata, l'uso prevede la diluizione con acqua con la proporzione di un cucchiaio di estratto con un bicchiere di acqua (circa). Il sapore dell'estratto è particolare e conferisce ai piatti in cui viene usato un profumo intenso molto appetitoso, spesso nelle salse per la pasta al forno ne viene aggiunto uno o due cucchiai proprio per creare un gusto più deciso. Molti anni fa era consuetudine vedere assi di legno con salsa di pomodoro ad essiccare nelle terrazze soleggiate delle borgate. L'estratto di pomodoro in Sicilia è facilmente reperibile di manifattura artigianale anche presso i negozi di alimentari che lo vendono sfuso a peso.


Come fare una perfetta salsa di pomodoro fresco:

Per ottenere una salsa per uso in giornata occorrono circa 2,5 kg. di pomodoro. Dopo averlo lavato e privato del picciolo va tagliato in 4 e messo in una pentola capiente, si aggiungono un mazzetto di basilico (solo le foglie) accuratamente lavato e asciugato, circa 4 spicchi di aglio, 1 grossa cipolla affettata grossolanamente e mezza tazzina di olio di oliva. Fare cuocere per circa 45 minuti  (il tempo occorrente è solo indicativo, bisogna regolarsi a occhio) schiacciando spesso con un cucchiaio di legno e mescolare accuratamente il fondo. Quando vedete che il pomodoro si è completamente disfatto e la pellicina tende a staccarsi spontaneamente allora è tempo di passare a setaccio con un passa pomodoro la salsa. E' importante a questo punto tenere a mente una considerazione, la buccia del pomodoro non è un ostacolo da eliminare al più presto perchè è proprio li che si trova tutta la parte addensante della salsa, quindi bisogna insistere a passare più volte la buccia nel passa pomodoro fin quando diventa secca da buttare, alla fine vedrete che lo scarto sarà veramente minimo. Rimettete la salsa sul fuoco e lasciate cuocere ancora per circa 30 minuti a fiamma moderata, salate a piacimento e quando sarà sufficientemente densa la salsa è pronta.

Commenti

  1. Francy.. sai che cerco sempre i pomodorini di Sicilia quando li compro..? Quando vedo che arrivano da lì.. che garanzia! Una bontà unica!! Un felice fine settimana, caro! Un abbraccio! :)

    RispondiElimina
  2. Interessante caro Francesco, io quei pomodori li mangio crudi dopo una sciacquata d'acqua.
    Buon fine settimana caro amico.
    Tomaso

    RispondiElimina
  3. Interessante e lodevole da parte tua far conoscere i nostri meravigliosi prodotti :)

    RispondiElimina
  4. Caro Francesco si vede che siamo siciliani proprio oggi ho parlato del ciliegino.....che delizie abbiamo !!!!
    Bravissimo i tuoi post sono sempre ben dettagliati ed illuminanti per me.
    Buon fine settimana
    Z&C

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

FLORA E FAUNA MARINA del MEDITERRANEO

LINGUINE CON TOTANI e pomodorini Pachino

PASTA CON LE PATELLE

SAN VITO LO CAPO Beach

RICCIOLA ALL'ACQUA PAZZA