RISOTTO AGLI OSSIBUCHI CON DADOLATA DI ZUCCHINE E POMODORINI PACHINO

gastronomia

La ricetta del risotto con gli ossibuchi benchè di origini lombarde (risotto giallo) trova diverse varianti anche nella cucina internazionale, per esempio in Spagna nel caso della paella di carne ma la troviamo pure nella tradizione sudamericana dove facilmente si abbina il riso alla carne. La mia versione nasce più dall'idea della paella  come metodo di cottura, con inserimenti di elementi mediterranei dell'Italia meridionale. Il risultato è stato eccezionale.

difficoltà: *  facile
tempo di cottura: 75 minuti
attrezzo: paellera da 36 con coperchio



Ricetta per 4 p.
300 g. di riso arborio
8 ossibuchi di vitello (pezzatura piccola)
1 zucchina
8 pomodorini pachino
mezza cipolla
400 g. di funghi (anche in scatola)
1 cucchiaio abbondante di paprika dolce
farina
olio di oliva
sale e pepe q.b.
vino bianco
acqua

Procedimento:
Per comodità ho usato la paellera ma va bene anche una padella larga, purchè con coperchio. Iniziamo con fiamma alta, rosolare qualche minuto la cipolla tagliata piccola e aggiungere la zucchina e i pomodorini tagliati a dadi, lasciamo appassire e mettiamo la paprika, mescolare il tutto, quindi aggiungere gli ossibuchi leggermente infarinati e li facciamo rosolare dai due lati, sfumare con mezzo bicchiere di vino bianco, abbassare la fiamma quasi a minimo coprire con il coperchio e lasciamo cuocere per 20 minuti, se troppo asciutto aggiungiamo ancora un po di vino, aggiungere i funghi salare a piacimento e anche un poco di pepe nero macinato, mettiamo il riso ben distribuito e a questo punto aggiungiamo 75 cl. di acqua,  a fiamma vivace facciamo prendere il bollore, poi riabbassare coprire con coperchio e lasciamo cuocere finchè si asciuga tutto il liquido (circa 25/30 min.) se nel frattempo si asciuga, aggiungere mezzo bicchiere di acqua, alla fine deve avere una consistenza morbida non troppo umida ne troppo asciutta fino a cottura ultimata del riso. 

Commenti

  1. Caro Francesco, che preparazione gustosissima ci proponi oggi! La gusterei volentieri, soprattutto in riva al mare malgrdo si parli di carne 😉👏

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Simo, in realtà è stata un improvvisata, ma il risultato è stato sorprendente, un Buon piatto unico, diciamo primaverile 😄

      Elimina
    2. io credo che le improvvisazioni, quando arrivano dal cuore, siano le più belle :-) (anche se non è primaverile da te.. caro mio.. da me si mangerebbe ancora volentieri :-))) baci

      Elimina
    3. Concordo in pieno, personalmente lo mangerei anche in agosto 😆

      Elimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

FLORA E FAUNA MARINA del MEDITERRANEO

LINGUINE CON TOTANI e pomodorini Pachino

La piccola Baia di S.ELIA

Pasta con le sarde "Gustosa" alla Trapanese

SARTU' di RISO

Suggerimenti Utili