CACIO ALL'ARGENTIERA

Si narra che molti anni fa in via Argenteria a Palermo vivessero facoltose famiglie di artigiani orafi ed argentieri , una di queste famiglie si suppone originari delle Madonie haimè cadde in bassa fortuna, la moglie che era un abile cuoca usava molti aromi e spezie per fare invidia al vicinato, fu cosi che per non far capire che aveva poco da cucinare si inventò una pietanza dai forti odori  tale da lasciar pensare che avesse cucinato coniglio, solo che in realtà il coniglio non c'era, il piatto da lei inventato verrà poi chiamato il "Cacio all'Argentiera" oppure ironicamente come molti lo chiamavano "il coniglio all'argentiera"
(quando si voleva fare intendere che c'era poco da cucinare). Quello che scopriremo è che effettivamente si tratta di fette di caciocavallo fritto e aromatizzato con aglio aceto e origano, ma vi posso garantire che l'odore che sprigiona mentre lo cucinavo era fortissimo.... vediamo la ricetta,
Cacio all'Argentiera

Ingredienti per 4 p. :
4 fette di caciocavallo (io ragusano D.O.P.) dallo spessore di circa 1 centimetro
2 spicchi d'aglio
aceto
origano
olio d'oliva

Procedimento:

Piccola premessa: nella ricetta originale non è specificato, ma io per tradizione familiare le fette di formaggio le ho prima inumidite con acqua e poi infarinate, quindi in una padella rigorosamente antiaderente con un filo d'olio d'oliva rosolate i due spicchi d'aglio interi, adesso mettiamo le fette di caciocavallo e facciamole dorare dai due lati un paio di minuti, togliamo l'aglio dalla padella, diamo una bella spruzzata d'aceto bianco aggiungiamo una manciata di origano coprire con un coperchio e a fuoco moderato lasciare cuocere per cinque minuti, servire ben caldi e.........buon appetito.

Commenti

  1. Questo piatto non l'ho ancora provato, ma già so che mi piacerebbe moltissimo!!!!
    Bravo e che bella storia....
    Ciao a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Carla, grazie, in effetti è un piatto davvero sorprendente....

      Elimina
  2. A me che piace tantisimo il vostro cacio Ragusano....
    Lo proverò nella tua versione.
    Bravissimo e buona domenica!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedrai che squisitezza, ciao buona domenica

      Elimina
  3. oH MAMMA....che splendida ricetta!!!!Non la conoscevo!!!!Buona domenica!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Yrma, per me è un piacere farvi conoscere queste ricette....

      Elimina
  4. che buono e da molto che non lo faccio ne vado pazza buona domenica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Elena...lo so che tu sei una perfetta cuoca palermitana, buona domenica anche a te....

      Elimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

FLORA E FAUNA MARINA del MEDITERRANEO

LINGUINE CON TOTANI e pomodorini Pachino

La piccola Baia di S.ELIA

Pasta con le sarde "Gustosa" alla Trapanese

SARTU' di RISO

Suggerimenti Utili