IL CIOCCOLATO DI MODICA

Nel panorama culturale del periodo della dominazione spagnola, la Sicilia attratta non solo dall'arte ma anche dagli scambi culturali, sopratutto dalla gastronomia grazie alla quale si configurarono alcuni caratteri permanenti della storia e della cultura siciliana.
Fu infatti in questo periodo  il XVI secolo che gli spagnoli insegnarono l'arte di fare il cioccolato, ancora sconosciuto in Sicilia come nel resto d'Europa, a loro volta essi avevano portato con se questa conoscenza dal nuovo mondo, secondo una tecnica appresa dagli Atzechi, gli antichi abitanti del Messico.
La lavorazione delle fave di cacao avveniva tramite l'uso di uno strumento in pietra su cui venivano sfregati e poi mescolati con alcune spezie si ricavavano con la sola lavorazione a freddo questi panetti di cioccolato, le spezie storiche rimaste tutt'ora in uso erano la cannella e la vaniglia. Nel corso dei secoli questa conoscenza andò persa in quasi tutta la Sicilia tranne che nella contea di Modica, dove la tradizione veniva tramandata ormai come cultura familiare e cosi è rimasta fino ai giorni nostri, infatti questa produzione di cioccolato a differenza del resto del mondo non è mai arrivata ad una produzione industriale in larga scala, proprio perchè ha proseguito la sua tradizione artigianale a livello familiare pur essendo ormai conosciuto a livello internazionale. Questo prodotto oggi è inserito nell'elenco dei prodotti agroalimentari tradizionali, nel 2003 ha preso vita il consorzio di tutela del cioccolato di Modica che raggruppa i venti produttori Modicani, allo scopo di stabilire un disciplinare di produzione ed ottenere il riconoscimento IGP (Indicazione Geografica Protetta). Dal 2005 vengono tenute manifestazioni itineranti, la prima chiamata Eurochocolat sostituita successivamente dalla più famosa Chocobarocco, un itinerario tra l'arte dolciaria e il Barocco siciliano legato appunto alla città di Modica.

Commenti

  1. En el levante español somos tan parecidos a los sicilianos, las formas de vida son las mismas,las costumbres , el sentimiento, la pasión, el gusto por el chocolate........... Mas que en el resto de Europa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un poco di ogni popolo che ci ha lasciato traccia, vive per sempre nella cultura siciliana....

      Elimina
  2. Grazie!! fai davvero un buon lavoro divulgativo riguardo i nostri prodotti!!! questo tipo di cioccolato la mia nonna ce lo preparava spesso, era la mia merenda assieme a un pezzo di pane o nelle giornate molto fredde, servita come bevanda calda!!!
    un caro saluto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Elisa ero sicuro che ti saresti sentita chiamata in causa e in effetti mi fa piacere che nella tua famiglia hai vissuto questa tradizione...molto bello...

      Elimina
  3. Interesting to know this..thanks for sharing!

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

FLORA E FAUNA MARINA del MEDITERRANEO

LINGUINE CON TOTANI e pomodorini Pachino

PASTA CON LE PATELLE

SAN VITO LO CAPO Beach

RICCIOLA ALL'ACQUA PAZZA