LINGUINE AL NERO DI SEPPIA


linguine al nero di seppia
Piatto tipico dei marinai, copiato da molti (senza troppo successo) , tanti non amano avvicinarsi a questo piatto per via del colore poco rassicurante, e per discrezione preferiscono dire "non mi piace", ma in realtà non l'hanno mai assaggiata, amata dai buongustai, abitudinari di ristoranti dove questi piatti vengono decantati come poesia da cuochi eccellenti che ne sanno risaltare la squisitezza superlativa.
Una cosa è importante dire se cucinata a dovere, se la seppia è fresca, pescato del mediterraneo, questo di cui stiamo parlando è un piatto ECCEZIONALE !  Una vera icona della cucina di pesce della gastronomia siciliana.

Ricetta x 4 persone:
difficoltà *** media
tempo di preparazione 45 minuti

300 g. di linguine  
400 g. di seppia ( 1 seppia unica - al massimo 2 da 200/250 g. l'una)
400 g. di pomodorini di pachino
2 spicchi di aglio, mezza cipolla piccola, 1 peperoncino 
1 bicchiere di vino bianco
olio d'oliva
sale q.b.
una manciata di prezzemolo fresco

Preparazione:

*Prendiamo la seppia e poggiamola su un tagliere con l'osso verso l'alto, la pellicina che ricopre l'osso è molto sottile quindi con la mano sinistra teniamo la testa della seppia e con la destra facciamo ruotare verso destra l'osso che estrarremo senza fatica, in questa prima fase è importante evitare l'uso di coltelli e forbici, proprio per cercare di non compromettere la sacca che contiene il liquido nero che è primario per la nostra pasta. In questo momento la nostra seppia è privata dell'osso, e si trova nella posizione con la testa davanti e la coda verso di noi, nella parte diciamo della coda (giusto per intenderci) si trovano gli organi vitali e digerenti della seppia, basterà sollevare questi e verso la punta vedremo un sacchetto argenteo, un po trasparente dove si vede il liquido nero, questo sacchetto è collegato attraverso un piccolo tubicino, basterà tagliare questo tubicino con una forbice, prendiamo il sacchetto del nero e mettiamolo in un bicchiere. a questo punto eliminiamo le viscere e puliamo per bene la seppia, tagliamola pure a pezzetti e teniamo da parte. 
*Prepariamo i pomodorini al solito modo per privarli della pelle, quindi sbollentiamoli per un minuto in acqua bollente, scoliamoli, in questo modo risulterà più semplice l'operazione, avendoli quindi privati della pelle, tagliamoli pure a dadini e teniamo da parte.

Procedimento:

In una padella salta pasta  facciamo rosolare con 2/3 cucchiai di olio d'oliva l'aglio, la cipolla a julienne e il peperoncino spezzettato, quindi mettiamo la seppia spezzettata e lasciamo rosolare girandola ogni tanto con un cucchiaio di legno, alziamo la fiamma e versiamo il bicchiere di vino bianco, lasciamo evaporare, e riabbassare la fiamma, lasciamo riprendere il bollore a fuoco moderato per circa 5 minuti, aggiungere adesso i pomodorini amalgamare e lasciare ancora per 5 minuti, salare quanto basta, prendiamo quindi il bicchiere con la sacca del nero e con un coltello incidiamolo per far fuoriuscire tutto il liquido nero (sempre all'interno del bicchiere), riempiamo il bicchiere con dell'acqua tiepida e mescolare al liquido per bene (è utile sapere che tutto l'odore della pasta dipende quasi esclusivamente dal liquido nero, che sa di mare), versare solo metà del liquido del bicchiere sulla salsa della seppia, e lasciare cuocere per altri 10 minuti, a questo punto aggiungiamo l'altra metà di liquido del bicchiere facciamo andare ancora per 5 minuti, scoliamo le linguine al dente e versiamoli nella padella della salsa, facciamo girare e amalgamare bene la pasta con il condimento per 2/3 minuti, aggiungiamo una manciata di prezzemolo fresco tritato,  servite ben caldi e.........buon appetito.

Commenti

Post popolari in questo blog

FLORA E FAUNA MARINA del MEDITERRANEO

LINGUINE CON TOTANI e pomodorini Pachino

La piccola Baia di S.ELIA

SARTU' di RISO

TOTANI RIPIENI GRATINATI AL FORNO - (TORARI AMMUTTUNATI)

Suggerimenti Utili