giovedì 30 maggio 2013

BARCHETTE DI MELANZANE CON PASTA ALLA NORMA

Come vi avevo promesso ecco la versione più elaborata dei timballi di pasta in monoporzione, sicuramente di grande effetto di presentazione e non solo,  a tutto sapore firmato cucina siciliana.

sabato 25 maggio 2013

TOTANI RIPIENI GRATINATI AL FORNO - (TORARI AMMUTTUNATI)

I Totani, molto simili ai Calamari del mediterraneo sono una vera prelibatezza molto presente nella gastronomia siciliana. Per chi come me apprezza esclusivamente pesce del mediterraneo (pescato) è utile sapere che alcuni tipi di pesci come il totano, calamaro, seppia ecc. non si trovano in tutti i periodi dell'anno, il totano per esempio lo si pesca da aprile a settembre, anche se in alcune zone comincia a fare le sue ultime apparizioni verso la fine di luglio, quindi questo è sicuramente un buon periodo per la nostra ricetta che vado a presentarvi, il totano ripieno, un vero classico della cucina siciliana e quindi mediterranea, poi qualcuno aggiunge qualcosa e qualche altro un po meno, tanto come dico sempre io, se il pesce è fresco per davvero allora abbiamo già raggiunto l'80% della riuscita della nostra ricetta.

mercoledì 22 maggio 2013

LINGUINE AL PESTO DI PISTACCHI DI BRONTE

Il pesto di pistacchi si presta ad una serie di primi piatti e secondi piatti, questo che presento è un classico piatto siciliano di pasta mantecata con degli ingredienti incredibilmente profumati e saporiti, un vero invito alla cucina estiva che da pieno sfogo alla fantasia creativa di chi vuole sbizzarrirsi tra i fornelli e perchè no provare anche a personalizzare una ricetta molto versatile come questa. Il pesto di pistacchi che ho usato si può trovare in commercio tra i prodotti tipici siciliani oppure acquistare online direttamente dal produttore, è un prodotto artigianale ed è confezionato proprio a Bronte che come sapete detiene la produzione di pistacchi per eccellenza
ed è famoso in tutto il mondo con il marchio D.O.P. (Denominazione di origine protetta).

domenica 19 maggio 2013

LA FOCA MONACA RITORNA DOPO 40 ANNI NELLE LIMPIDE ACQUE DELLE ISOLE EGADI

Questa eccezionale notizia peraltro recentissima ha già fatto il giro del mondo. E' una scoperta davvero sorprendente che interessa uno degli animali più protetti al mondo ormai quasi in estinzione. I ricercatori dell'Ispra (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale) hanno reso pubblica la notizia soltanto il 16 maggio durante una conferenza stampa, sottolineando la rarità dell'evento, e parlare di foca monaca oggi nel mediterraneo è come parlare di un animale mitologico. Infatti gli ultimi avvistamenti risalgono agli anni 70, è un vero miracolo quello a cui hanno assistito i ricercatori impegnati nella ricerca che era stata avviata circa 2 anni fa, in collaborazione con l'ente gestore della riserva marina delle isole Egadi, hanno cercato, scoperto e fotografato un esemplare di femmina adulta che ha scelto come rifugio una grotta sulla costa delle Isole Egadi, non senza difficoltà data la riservatezza di questi animali, sono stati infatti usate attrezzature molto sofisticate per poter documentare la scoperta monitorando ogni piccolo anfratto in un territorio molto ampio. Si tratta di uno straordinario risultato per le Egadi, la riserva marina più grande d'Europa. Da oggi possiamo dire con più autorevolezza che anche le azioni di conservazione dell'ambiente marino ci vedono in posizioni di vertice, affermano comunque le autorità della riserva che non verranno prese ulteriori azioni restrittive riguardo al turismo rispetto a quelle regolamentazioni già esistenti, sempre con l'augurio di essere tutti più responsabili nella cura e la salvaguardia dell'ecosistema che nell'area mediterranea e maggiormente nelle isole dove stiamo assistendo già da diversi anni ad una ripopolazione importante di organismi costruttori di barriere coralline.
Isole Egadi

venerdì 17 maggio 2013

FESTIVAL INTERNAZIONALE del CINEMA di FRONTIERA - Marzamemi 2013

                                                                                                               
Torna a Marzamemi il festival del cinema di frontiera dal 23 al 28 luglio 2013,
Giunto alla sua XIII edizione e' ormai un tradizionale appuntamento estivo molto frequentato da attori e registi che richiama data l'occasione un grande flusso turistico. Questo borgo che raccoglie le case dei pescatori intorno alla grande piazza sembra buttarsi di prua nel cuore del Mediterraneo e delimitare il confine non segnato di tre continenti Asia, Europa ed Africa. Un luogo che molti registi hanno scelto per girarci films per il cinema e la televisione, da Salvatores ai fratelli Taviani e da Tornatore  a Brandauer. L'occasione di questo Festival rende il borgo, la piazza e il mare quale sfondo cinematografico, Marzamemi diviene una sala cinematografica a cielo aperto, la più grande e la più a Sud d'Europa. Il Festival internazionale del cinema di frontiera punta lo sguardo in modo deciso verso le cinematografie e i paesi che si affacciano sul Mediterraneo e presenta oltre ad un concorso internazionale, anteprime, retrospettive e rassegne accompagnate dagli autori che vengono premiati da personalità che fanno parte di una giuria selezionata tra attori registi, produttori e critici cinematografici. Alla guida di questa grande organizzazione ci sarà sempre il regista Nello Correale, ideatore e direttore artistico che avrà ancora una volta al suo fianco il critico cinematografico Sebastiano Gesù. Per un intera settimana quindi l'antico borgo marinaro di Marzamemi accoglierà film, autori e protagonisti del cinema indipendente internazionale.
Marzamemi

Enti sostenitori e Patrocinanti della XIII edizione del Festival del Cinema di Frontiera:
Ministero per i beni e le attività culturali-(direzione per il cinema), Dipartimento per lo sviluppo e la coesione economica - (Regione Siciliana), Assessorato turismo, sport e spettacolo, Sicilia film commission, Comune di Pachino, UNESCO, Università degli studi di Catania, Università degli studi Kore di Enna.

mercoledì 1 maggio 2013

INFIORATA DI NOTO e LA PRIMAVERA BAROCCA 2013


Anche quest'anno la Via Nicolaci a Noto sarà palcoscenico della spettacolare infiorata costituita da migliaia di petali di fiori con cui gli artisti abilmente si cimenteranno nella rappresentazione che questa volta è stata dedicata "in omaggio al Giappone". La Primavera Barocca si svolgerà nei giorni  dal 5 al 26 maggio 2013 con il seguente programma:
4 e 5 maggio -  Gran galà degli sbandieratori -
11 e 12        - Fiori e cavalli - sfilata di cavalli infiorati
15 maggio - Carlo Muratori in concerto, (con la partecipazione degli studenti delle scuole di Noto ).
17/18 e 19 maggio tradizionale Infiorata "Omaggio al Giappone" 
20 maggio  Corteo Barocco - (sfilata in abiti del settecento per le vie storiche della città, con carrozze dell'epoca e danzatrici).
le manifestazioni si concluderanno con la "festa dell'Alveria" (iniziative culturali, musicali e visite guidate nelle rovine di Noto antica)



corteo barocco

Infiorata in Via Nicolaci

POST PIU' POPOLARI