SPECIALE PASQUA IN SICILIA.....

La Pietà di Michelangelo
Una delle più belle feste della Sicilia, la Pasqua in un susseguirsi di riti religiosi medievali durante la settimana Santa, in alcuni casi complicate manifestazioni tra sacro e profano per approdare in uno spaccato di vita di questa meravigliosa terra di Sicilia che conserva da millenni tradizione e folklore, attirando sempre migliaia di turisti provenienti da ogni parte del mondo per assistere a questo evento. Di seguito elencheremo i luoghi e i loro riti Pasquali.



La festa dei Giudei a Sanfratello (ME)
Questa festa comincia il mercoledì Santo,  rievoca la presenza dei giudei che condannarono Gesù alla morte. Rappresentato da personaggi con un coloratissimo costume che a suon di trombe irrompono per la città, entrano nelle case dove gli vengono offerte uova e vino, sono personaggi misteriosi, non parlano mai, l'unica cosa che fanno è schiamazzare con la tromba. Per alcuni aspetti rappresentano la tristezza del loro operato e per questo sopportati e accolti con compassione dalla loro comunità che invece è dedita alla preparazione dei sepolcri. Infatti il loro schiamazzo termina la sera del venerdì santo per lasciare il posto alla processione e allo svolgimento delle funzioni religiose più sacre. Questa festa è di origini medievali e i costumi sono tramandati da generazione in generazione da molto tempo.

Diavolata e Angelicata di Adrano CT)
Si tratta della rappresentazione di un dramma descritto dal poeta Don Anselmo Laudani nel 1752 nel suo testo "La Resurrezione", cosi da oltre 250 anni viene tramandato senza aver subito alterazioni. In questa manifestazione i veri protagonisti vengono presentati, Gesù con il mantello rosso, la Madonna vestita di rosa e l'angelo con un abito ricoperto di nastri di seta e coccarde di tanti colori, la scena viene allestita davanti al colonnato della chiesa Madre, dove si manifesta  prepotentemente una losca figura demoniaca che rappresenta una selva infernale davanti al sepolcro vuoto, che con le sue 40 legioni evocano la morte eterna, in contrapposizione l'arcangelo Michele avversario del male, i diavoli o "Diavulazzi" come vengono chiamati cercano di convincere l'umanità che non hanno alcuna speranza mostrando loro il sepolcro vuoto, ma l'Arcangelo interviene sconfiggendo definitivamente lucifero. Segue l'Angelicata, il trionfo finale è mostrato dall'incontro tra Maria e il Figlio Risorto.


"IL GIOIA" La festa dell'Uomo Vivo a Scicli (RG)
Processione del Cristo Risorto chiamato "il Gioia", la statua lignea che lo raffigura è opera settecentesca attribuita a Civiletti e custodita all'interno della chiesa Santa Maria La Nova.Il corteo si dilunga per diverse ore, conducendo la vara dell'OMU VIVU con passo ondeggiante quasi una danza spasmodica che è alternata a gridi di: Gioia Gioia Gioia, molto emozionante vedere la gente lanciare fiori dai balconi al passare della vara, un clima assolutamente di gioia e di profonda fede religiosa.

Archi di Pasqua a S.Biagio Platani (AG)
per la festa delle confraternite dei "Madunnara e Signurara" 
nate da questa tradizione per dare vita ad un appassionante competizione che si tramanda dal XVII secolo. Questi archi vengono preparati già da qualche mese prima, per essere pronti e ufficializzati la mattina di Pasqua, molto belli e suggestivi evocano un paesaggio surreale fatto di torri campanarie, cupole e archi trionfanti, per la quale è necessario l'uso di molti materiali, tutti naturali quali, canne, salici, asparago, l'alloro, rosmarino, cereali, datteri e pane, ognuno dei quali è ricco di un alto significato simbolico.

"A Sulità" Festa di Pasqua a Gratteri (PA)
Tradizione religiosa risalente al 1600, periodo di dominazione Spagnola, infatti la parola Sulità deriva dalla parola spagnola Soledad per il modo di sfilare che avevano le confraternite in fila indiana com'era nel 1600 in uso a Siviglia. Questa tradizionale manifestazione avviene durante la processione del venerdì santo, al corteo partecipano tutte le confraternite, ognuno col proprio colore di appartenenza, a queste confraternite sono affidati i misteri di Cristo che sono: L'Ecce Homo, il Cristo alla Colonna, Gesù e la Croce, il Crocifisso, l'urna con il Cristo morto e l'Addolorata. Il momento culminante avviene durante l'incontro del Cristo con l'addolorata in cui tutte le confraternite mostrano fedeltà e si inginocchiano con i misteri sulle spalle e solo dopo proseguono il loro cammino verso le chiese di appartenenza di ogni confraternita.

Pashkèt  Festa della Pasqua a Piana degli Albanesi (PA) 
con rito Greco-Bizantino delle comunità Arbèreshè in Sicilia.
Quella della Piana degli Albanesi è senz'altro la più antica e tradizionalista comunità Arbereshe che a differenza di altre come Palazzo Adriano e Contessa Entellina, ha mantenuto quasi inalterato il proprio dialetto e i propri costumi. Il rito Pasquale a Piana comincia la settimana antecedente la settimana santa, ossia il venerdì quando si celebra la risurrezione di Lazzaro, con la messa dei presantificati e il canto di Lazzaro intonato tra le vie del paese, prosegue la domenica delle palme con la solenne cerimonia dell'ingresso di Gesù a Gerusalemme, rievocato con la cavalcata dell'asino da parte del vescovo e la benedizione delle palme. Il giovedì santo viene celebrato la lavanda dei piedi e con canti evangelici che narrano la passione di Cristo. La conclusione avviene con il solenne pontificale di Pasqua "Pashkèt" e il canto della resurrezione. Tutta la festa è incorniciata in un atmosfera folkloristica dove un sontuoso corteo di donne in costume d'epoca raggiunge la cattedrale, vengono liberate colombe in segno di pace e lanciati ciuffi di rosmarino.

Pasqua a Caltanissetta -
Celebrazione della settimana santa e processione della Real Maestranza-
Hanno inizio il mercoledì santo in una processione dove circa 400 persone rappresentano le più antiche corporazioni artigiane. Nei giorni successivi si espongono le vare con rappresentazioni lignee a grandezza naturale montati su carri, alcuni delle quali rappresentano momenti della vita di Gesù, come la cena e della via crucis. Il venerdì santo viene esposto e portato in processione il Cristo nero, un piccolo crocifisso ritrovato in una grotta. Di grande effetto anche i concerti del  canto devozionale che accompagna tutta la settimana santa, un vero e proprio evento di enorme interesse.

Settimana Santa a Enna -
La festa di Pasqua ad Enna proprio per le sue spettacolari attrazioni storiche è stata inserita tra i beni di eredità immateriali della Regione Siciliana. E' un esperienza che coinvolge migliaia di fedeli provenienti  da ogni parte della Sicilia e un afflusso di circa 60.000 turisti da ogni parte del mondo, l'impatto mediatico registra dei dati impressionanti, con un indice di ascolto medio di 5/6 milioni di telespettatori a livello nazionale e di 130mln via satellite. Nel 2007 i riti delle confraternite sono stati presentati a papa Benedetto XVI a cui sono state illustrate le celebrazioni. Suddivise in una serie di manifestazioni  queste celebrazioni sono parte di riti derivate da antiche tradizione spagnole. L'evento la cui rinomanza si deve anche alla fiaccolata durante la quale sfilano circa 2500 confrati, incappucciato che portano i fercoli di Gesù morto e della Madonna Addolorata. In ognuna delle 15 confraternite, formatasi nel corso dei secoli a cominciare dal 1261 con la fondazione della prima confraternita del collegio del Santissimo Salvatore. L'importanza a loro addebitate è di primaria importanza nello svolgimento dei riti durante le celebrazioni, in alcun modo si possono infrangere le regole e le mansioni delle gerarchie ed era persino riconosciuta dai regnanti ed avevano il potere di chiedere la grazia per eventuali condannati a morte, tale richiesta aveva il peso di una certa autorevolezza e difficilmente poteva essere ignorata.

Queste appena elencate sono soltanto alcune delle località in cui le celebrazioni Pasquali destano un particolare interesse turistico e per ovvie ragioni non verranno inserite tutte in un unico post, ma saranno trattate in altre occasioni.

Commenti

  1. 'Sera Francesco che belle tappe ci hai preparato,Solennità del più importante momento di fede Cristiana vissuta nei riti della tradizione Siciliana,davvero un bellissimo scorcio.
    A presto
    Z&C

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ketty, si è proprio un bell'itinerario, quale occasione più speciale per visitare la nostra Sicilia...

      Elimina
  2. Franci.. già la Sicilia la sogno.. così ci scapperei adesso!!! Grazie caro. Come va il periodaccio? Ti sono vicina! Baci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carissima, grazie amica mia, io ti sento veramente vicina è per questo che ti voglio bene, come si dice dalle nostre parti il tempo è galantuomo e anche se non cancella, sa nascondere bene ogni ferita...quindi accettiamo il fatto che comunque la vita può darci sempre molte cose buone....un grosso abbraccio....

      Elimina
  3. Tutto e molto simile anche le feste di la Spagna.
    saluti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' per questo che la Sicilia è speciale, c'è qualcosa di molte culture raccolte nel tempo che puoi trovare...ciao

      Elimina
  4. Bellissime manifestazioni, mi piacerebbe partecipare a qualcuna. Buona notte,

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giò.....approfitta, ci sono molti B&B in cui spendi molto poco e ti puoi concedere una piccola vacanza....

      Elimina
  5. Caro Francesco, la Sicilia è bellissima con le sue millenarie tradizioni.
    Ciao e buona giornata amico.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Tomaso, una buona giornata anche a te.....

      Elimina
  6. I riti della settimana Santa sono molto suggestivi e in Sicilia c'è l'imbarazzo della scelta, che bello sarebbe potervi partecipare!!!!!!

    RispondiElimina
  7. Ciao Mariangela, prima o poi dovrai deciderti a visitare qualcuno di questi posti....

    RispondiElimina
  8. Io adoro la Sicilia e poi è stato il primo posto che ho visitato da sola (senza i miei genitori)
    Siamo nuove iscritte(siamo due sorelle) se tiva vieni anche tu ad unirti ai nostri follower
    un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenute, verrò a trovarvi presto....ciao un abbraccio e buona giornata

      Elimina
  9. ...E i Misteri di Trapani?
    ciao
    Patrizia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione , anche questo è un evento importante, tale da meritare un post intero....purtroppo ho dovuto fare una scelta di spazio, ma vedrai che ci sarà un occasione tutta per loro.....ciao Patrizia

      Elimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

FLORA E FAUNA MARINA del MEDITERRANEO

TOTANI RIPIENI GRATINATI AL FORNO - (TORARI AMMUTTUNATI)

LINGUINE CON TOTANI e pomodorini Pachino

PASTA CON LE PATELLE

LACERTO DI VITELLO AL VINO BIANCO D'ALCAMO D.O.C.

Suggerimenti Utili