mercoledì 7 novembre 2012

IL BUCCELLATO

Buccellato siciliano

Il Buccellato è un dolce tradizionale Siciliano Natalizio. Solitamente confezionato a forma di ciambella veniva posto come trionfale al centro della tavola riccamente imbandita. La ricostruzione storica ci fa pensare che l'origine di questo dolce abbia radici medievali, l'uso della frutta secca infatti era già largamente conosciuta e usata nella confezione di dolci caserecci. Dal latino bucellatum, o in Siciliano "Cucciddatu"  è stata ufficialmente riconosciuta e inserita nella lista dei prodotti Agroalimentari-tradizionali-Italiani (P.A.T.) dal Ministero delle politiche Agricole, Alimentari e Forestali .
La preparazione a casa vi posso assicurare è abbastanza facile, avendo tutti gli ingredienti a disposizione ci vogliono circa 2 ore tra confezionamento e cottura, il risultato è straordinario, da grande festa, appunto come il Natale.



Ricetta del Buccellato
Ingredienti  per 1 kg. circa
Per la Pasta frolla
350 g. di farina "00"
200 g. di burro
125 g. di zucchero a velo
1 uovo più 1 tuorlo
30 g. di marmellata
pizzico di vaniglia
scorza grattugiata di un limone
Per il Ripieno:
100 g. di gherigli di noci
100 g. di mandorle sgusciate
250 g. di fichi secchi
50 g. di uva passa
70 g. di cioccolato fondente
1 cucchiaino di cannella in polvere
mezzo bicchiere di marsala
100 g. di bucce d'arancia candita
 30 g. di marmellata di arance
30 g. di conserva di cedro




Pasta frolla (ricetta base)

Nella Planetaria con gancio a foglia
Impastare prima il burro tagliato a pezzi con lo zucchero a velo (2 minuti) quindi aggiungere le uova, la marmellata, la vaniglia e la buccia grattugiata del limone, amalgamare ancora per 2 minuti e mettere la farina setacciata, azionare ancora un paio di minuti, quando l'impasto è omogeneo è pronto (non bisogna lavorarlo troppo) fare l'impasto a palla e schiacciarlo un poco, avvolgerlo con la pellicola e conservare in frigo almeno 3 ore (meglio se una notte intera).

 Il Ripieno del Buccellato:

Mettiamo a sbollentare per 10 minuti i fichi secchi e l'uva sultanina (in due pentole separate) quindi prendiamo prima i fichi e con un coltello su un tagliere eliminiamo il piciolo duro dopodiché li tagliamo a strisce di 1 cm. e li mettiamo in una ciotola. Strizzare l'uva sultanina e unire ai fichi, quindi con le mani diamo una prima impastata schiacciando bene. Adesso prendiamo le mandorle e le noci  li frantumiamo grossolanamente con un mattarello e li versiamo nella ciotola dell'impasto dei fichi, aggiungiamo pure la marmellata di arance, la conserva di cedro, le bucce di arancia candita tagliati a pezzetti, diamo ancora una bella impastata achiacciando sempre bene con le mani, aggiungiamo adesso il cioccolato tagliato a scaglie, 1 cucchiaino di cannella un pizzico di vaniglia e il mezzo bicchiere du marsala, impastare il tutto ben omogeneo, formare una palla la mettiamo in un sacchetto per alimenti e riporre in frigorifero fino all'utilizzo.



Confezionamento del Buccellato:

Prendiamo la pasta frolla (ne utilizzeremo soltanto 600 g. il rimanente lo rimettiamo in frigo per fare in seguito altri biscotti. ) adesso nella spianatoia con un poco di farina otteniamo un cilindro di circa 30 cm. stendiamolo con il mattarello e otteniamo un rettangolo dallo spessore di circa 2 cm. (ogni tanto spolveriamo con un po di farina). Prendiamo l'impasto del ripieno (ne utilizzeremo circa 500 g. Il rimanente si potrà usare in seguito per fare dei buccellatini) e otteniamo un cilindro sempre di 30 cm. Lo poggiamo sulla frolla chiudiamo i lembi e rolliamo fino ad ottenere un cilindro uniforme, chiudere adesso a ciambella facendo saldare le due estremità, a questo punto lo poggiamo su un vassoio con un poco di farina spolverata, praticare delle liccole incisioni tutt'intorno, di solito questo si fa con una pinzetta adatta per buccellati ma in mancanza si possono fare delle piccole incisioni con un coltello. Trasferire la ciambella in una teglia da forno e infornare a 190° per circa 35 minuti, sfornare e spennellare tutta la superficie con marmellata di arance diluita con un poco di acqua, trasferire in un vassoio per torte, decorare con granelle di pistacchio, bucce d'arancia candita e ciliegie candite. Al momento di servire tagliare a fette.

6 commenti:

  1. Passare da te è come arricchirsi! Che bel dolce, lo conosco molto volentieri per la prima volta e mi piacerebbe assaggiarlo! :) Una vera bontà! :) Grazie allora, caro Francesco.. e un abbraccio per un mercoledì meraviglioso! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' meno difficile a farlo di quanto si immagina, per me è stata un esperienza esaltante con tutti quegli ingredienti...un abbraccio ciao

      Elimina
  2. Risposte
    1. La scenografia di questo dolce è meravigliosa, ti dirò che ho fatto una frolla con 1 kg. di farina, risultato è venuto fuori un dolce per 25 persone, amici del condominio, la scuola di mio figlio...ancora ci sono dei rimasugli....ciao

      Elimina
  3. Grazie Ana, anche voi siete molto brave, benvenuta....

    RispondiElimina

POST PIU' POPOLARI