IL BUCCELLATO


Il Buccellato è un dolce tradizionale Siciliano Natalizio. Solitamente confezionato a forma di ciambella veniva posto come trionfale al centro della tavola riccamente imbandita. La ricostruzione storica ci fa pensare che l'origine di questo dolce abbia radici medievali, l'uso della frutta secca infatti era già largamente conosciuta e usata nella confezione di dolci caserecci. Dal latino bucellatum, o in Siciliano "Cucciddatu"  è stata ufficialmente riconosciuta e inserita nella lista dei prodotti Agroalimentari-tradizionali-Italiani (P.A.T.) dal Ministero delle politiche Agricole, Alimentari e Forestali .

La preparazione a casa vi posso assicurare è abbastanza facile, avendo tutti gli ingredienti a disposizione ci vogliono circa 2 ore tra confezionamento e cottura, il risultato è straordinario, da grande festa, appunto come il Natale.




Ricetta del Buccellato
Ingredienti:
600 g. di farina "00"
200 g. di burro
150 g. di zucchero
3 uova
1 bustina di lievito per dolci
scorza grattugiata di un limone
latte q.b.
Per il Ripieno:
100 g. di gherigli di noci
100 g. di mandorle sgusciate
100 g. di nocciole
200 g. di fichi secchi
50 g. di uva passa
100 g. di zuccata ( in alternativa potete usare cedro)
100 g. di bucce d'arancia candita
50 g. di scaglie di cioccolato fondente
1 barattolo di marmellata di arance
1 cucchiaino di cannella in polvere
1 uovo 
mezzo bicchiere di marsala
Per la Decorazione:
ciliegie candite
granella di pistacchi 
codine di zucchero colorate

Procedimento:

Impastate velocemente la frolla con la farina, lo zucchero, il burro le 3 uova, la bustina di lievito per dolci e la buccia grattugiata di un limone, meglio se con una planetaria, regolate eventualmente la densità con il latte (non troppo) deve risultare un impasto omogeneo e compatto piuttosto asciutto, avvolgetelo con della pellicola e ponete in frigo per circa 1 ora. Prepariamo il condimento nel seguente modo: tagliuzzate grossolanamente i fichi secchi, tritare a pezzi grossi le noci, mandorle e nocciole, mettete questi ingredienti in una padella antiaderente insieme all'uva passa, la zuccata, una parte delle bucce di arancia,  1 uovo, la cannella e il marsala, mescolate il tutto e fate scaldare per almeno 10 minuti mescolando spesso a fiamma moderata, dopo aver amalgamato bene tutti gli ingredienti (tranne il cioccolato fondente), mettete a raffreddare e aggiungete 3 cucchiai di marmellata di arancia mescolando nell'impasto.

foto 1
foto 2
Confezionamento del Buccellato:

Spianate con un mattarello la pasta frolla non molto sottile, dallo spessore di 1 centimetro, dando una forma rettangolare (vedi foto 1), versate tutto il ripieno e distribuitelo per la lunghezza, aggiungete adesso anche le scaglie di cioccolato fondente, unite i due lembi dall'alto e chiudete saldamente tranne i due bordi esterni, piegatelo a formare una ciambella e unite saldamente anche le due estremità per farle congiungere (vedi foto 2), praticate delle incisioni da cui si vedrà il ripieno, mettete la ciambella in una teglia con carta da forno, e fate cuocere in forno già preriscaldato a 180° per 35 minuti, trascorso questo tempo, tirate fuori la teglia e spennellate bene tutta la ciambella con marmellata di arance diluita in poca acqua, rimettete in forno per altri 10/15 minuti , con questa glassatura la ciambella acquisterà il classico colorito brunito del buccellato, trascorso questo tempo uscite la teglia dal forno, spennellate nuovamente e abbondantemente tutta la superficie del buccellato con la marmellata di arancia sempre diluita in poca acqua, in questo modo prenderà lucentezza, fate attaccare le codine di zucchero colorate, la granella di pistacchi, qualche buccia di arancia condita e le ciliegie, finita la decorazione lasciatelo raffreddare completamente. Va servito poi a fette e accompagnato con un buon bicchiere di marsala. Con questo impasto avete realizzato un buccellato per 8/10 porzioni.




N.B.
(Se hai trovato interessante questa pagina, contribuisci consigliandola su google clicca su  "g+1" qui in basso. Grazie.)






Commenti

  1. Passare da te è come arricchirsi! Che bel dolce, lo conosco molto volentieri per la prima volta e mi piacerebbe assaggiarlo! :) Una vera bontà! :) Grazie allora, caro Francesco.. e un abbraccio per un mercoledì meraviglioso! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' meno difficile a farlo di quanto si immagina, per me è stata un esperienza esaltante con tutti quegli ingredienti...un abbraccio ciao

      Elimina
  2. Risposte
    1. La scenografia di questo dolce è meravigliosa, ti dirò che ho fatto una frolla con 1 kg. di farina, risultato è venuto fuori un dolce per 25 persone, amici del condominio, la scuola di mio figlio...ancora ci sono dei rimasugli....ciao

      Elimina
  3. Grazie Ana, anche voi siete molto brave, benvenuta....

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

FLORA E FAUNA MARINA del MEDITERRANEO

LINGUINE CON TOTANI e pomodorini Pachino

La piccola Baia di S.ELIA

TOTANI RIPIENI GRATINATI AL FORNO - (TORARI AMMUTTUNATI)

SARTU' di RISO

Suggerimenti Utili