LA DIETA MEDITERRANEA

La dieta mediterranea è un modello nutrizionale di alcuni paesi specifici del bacino del mediterraneo. Con l'avvento del boom economico degli anni 60 e 70 venne pian piano abbandonata perchè ritenuta troppo povera e poco attraente rispetto ai nuovi modelli dei paesi più industrializzati come gli Stati Uniti. In tutti questi anni abbiamo visto il moltiplicarsi di malattie derivanti da una cattiva abitudine alimentare, l'obesità, le malattie cardiovascolari, l'alzheimer, con un tasso di mortalità spropositato, tanto che si sono fatte delle campagne pubblicitarie a favore della dieta mediterranea.
Il 16 novembre del 2010 la dieta mediterranea è stata inclusa tra i patrimoni orali e immateriali dell'umanità dall'UNESCO. Secondo alcuni studi la dieta mediterranea ha effetti protettivi sul cervello, i suoi effetti benefici sulla salute contribuiscono a prevenire il declino cognitivo. Contrariamente a quanto si pensa, la dieta mediterranea ha un elevato consumo di pane, ma ad esso vanno aggiunti frutta, verdure, erbe aromatiche, cereali, olio d'oliva, pesce e vino, e paradossalmente dal punto di vista nutrizionale, i popoli che vivono nel mediterraneo pur consumando quantità relativamente elevate di grassi, hanno minori tassi di malattie. Per fare un esempio l'olio d'oliva sembra infatti abbassare i livelli di colesterolo nel sangue, anche il consumo moderato di un buon bicchiere di vino sia un'altro fattore protettivo grazie agli antiossidanti presenti. Secondo lo studio la dieta mediterranea diminuisce il tasso di mortalità delle malattie coronariche del 50%.

Caratteristica essenziale
: Usi e costumi tradizionali alimentari, Questo è dovuto principalmente per le sue origini povere in cui a pranzo si mangiava il primo al massimo accompagnato da ciò che si definiva (il companatico) cioè qualcosa che accompagnasse un poco di pane, poteva essere un pezzo di formaggio, oppure delle olive, un poco di ricotta, ma niente di più. A cena si consumava il secondo piatto, e data la collocazione geografica al primo posto sicuramente il pesce, e ovviamente parlando di mediterraneo parliamo di pesce azzurro e quando era il periodo anche il tonno, il consumo della carne era veramente occasionale, per lo più alla domenica, in prevalenza carni bianche (pollame ò tacchino) e raramente carne rossa, spesso e sopratutto nei mesi invernali il secondo piatto consisteva in un piatto unico di legumi ( fagioli cannellini) cucinati col il sedano, in dialetto chiamati ( i fasuli cu l'accia). Nei periodi primaverili ed estivi e solo in quei periodi, arricchivano le tavole gli ortaggi quali melanzane e peperoni.


ALIMENTI:
Cereali- pane e pasta ma non solo, riso, mais, orzo farro e avena.
Legumi- comunemente denominati la carne dei poveri, ma lo loro importanza nutrizionale è spesso sottovalutata, si ha una discreta presenza di carboidrati a lento assorbimento (basso indice glicemico) e se comparata con altri vegetali una corposa presenza di proteine, sali minerali e fibra alimentare.
Frutta e Verdura fresca di stagione-
Carne e pesce- Principalmente pesce azzurro, ricchi di sali minerali importanti all'organismo e omega3.
frutta secca- in quantità moderate e mangiate spesso, contengono proteine(amminoacidi), pochi zuccheri ma una cospicua parte di grassi.
Uova: molto presenti nella dieta mediterranea sia a pranzo che a cena.
Latticini- molto famosi i formaggi di pecora sia freschi che stagionati, anch'essi molto ricchi di sali minerali, vitamine e proteine.
Olio d'Oliva- Gli anti ossidanti diffusi in tutto il mondo vegetale, sono sostanze prodotte dalle piante a difesa della loro stessa struttura, e si oppongono alle ossidazioni prodotte dai radicali liberi, un sottoprodotto delle reazioni chimiche che avvengono nell'organismo, gli antiossidanti più noti sono l'oleuropeina e l'idrossitirosolo, contenuti nell'olio d'oliva e appartenenti alla classe dei fenoli.
Vino- il resveratrolo e la quercitina sono contenuti nel vino rosso, appartenenti alla classe dei flavonoidi, le vitamine E, C e A .

Commenti

  1. Quando leggo queste cose faccio un sorriso enorme: sono felice, felicissima.. di abitare in questo paese meraviglioso. Dieta mediterranea o no.. credo che come si mangia qui non si mangia da nessun'altra parte (e lo dico con cognizione di causa.. rispetto e amo le altre cucine: sono patita della etnica, ad esempio; ma quando sono fuori casa.. sgomito per tornare a mangiare una pasta al pomodoro!!)
    Un abbraccio Francesco! Buonanotte!

    RispondiElimina
  2. Sono perfettamente d'accordo, anche se devo dire la verità quando vado all'estero faccio fatica a rinunciare alle mie abitudini e cosi cerco la dove è possibile un ristorante Italiano..ciao carissima buona notte anche a te..

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

FLORA E FAUNA MARINA del MEDITERRANEO

TOTANI RIPIENI GRATINATI AL FORNO - (TORARI AMMUTTUNATI)

LINGUINE CON TOTANI e pomodorini Pachino

PASTA CON LE PATELLE

LACERTO DI VITELLO AL VINO BIANCO D'ALCAMO D.O.C.

Suggerimenti Utili