PALAZZO BUTERA

foto di Stefania Rossi
 Palazzo Butera è un palazzo nobiliare di Palermo risalente alla metà del XVII secolo,  proprietari ne erano la famiglia dei principi Lanza-Branciforti di Trabia e di Butera (da cui il nome). Originariamente questo  palazzo era conosciuto come  "Domus Magna alla Kalsa" ,
probabilmente questo dovuto al notevole impatto ambientale essendo visibile dal porto  e  insieme a Porta Felice  rappresentavano l'ingresso scenografico della città di Palermo per via mare. Infatti la sua collocazione sul foro Italico gode di una privilegiata vista sul golfo di Palermo, oltre che nelle immediate vicinanze della prestigiosa e aristocratica passeggiata della marina e della passeggiata delle cattive, che si trova tra la porta Felice e via Butera, luogo discreto dove le vedove potevano passeggiare lontano dalla gente. Benchè la sua costruzione avvenne nel 1600, dati i suoi rimaneggiamenti e talvolta i gravi danni subiti, vere e proprie opere di ricostruzione parziale, oggi si presenta nel suo aspetto generale di gusto neoclassico. I lavori furono affidati ad alcuni dei più grandi architetti dell'epoca, tra cui Giacomo Amato per gli esterni, Ferdinando Fuga per gli interni e Paolo Vivaldi per il piano terrazzato. L'interno ben curato nei dettagli  esprime un raffinato equilibrio di rara bellezza, con decorazioni che risalgono al settecento e ottocento, con affreschi del Martorana e Interguglielmi, inserti in oro zecchino, marmi pregiati e maioliche arricchiscono ulteriormente tutto il piano nobile rendendo unico questo edificio secondo i canoni dell'arredo nella Sicilia di quel tempo.

Ingresso con marmo rosso di Trapani

La Galleria dei Feudi- con dipinti olio su tela che rappresentano i feudi della famiglia  Lanza di Trabia


Particolare degli affreschi- foto di Stefania Rossi



Particolare degli stucchi e rilievi - foto di Stefania Rossi

Particolare Lampadari di Murano e affrechi - foto di Stefania Rossi


Salone da Ballo



Salone Rosso


Salone Gotico - con affresco sul soffitto che rappresenta Diana Cacciatrice
in una composizione allegorica


Il Salone delle Ceramiche -  con ritratti di antenati e pavimentazione con ceramiche di Caltagirone

Fino al 2015 il Palazzo Butera è appartenuta alla famiglia Moncada di Paternò, Lanza Branciforti per parte materna, diretti discendenti insieme alle cugine Lanza Branciforti di Trabia. Palazzo Butera che nel passato ha ricevuto ospiti illustri negli ultimi anni è stato sede di ogni genere di manifestazioni, di cui diversi set cinematografici, serate di gala, mostre di antiquariato, mostre fotografiche, ricevimenti per matrimoni e  molte altre.

Dalla fine del 2015 la proprietà è stata  acquisita dal gallerista e collezionista Massimo Valsecchi che ha avviato i lavori di restauro al fine di crearne un museo di arte classica e contemporanea che ospiterà gran parte della loro collezione privata.

Commenti

  1. Hello Franco:
    I hope this is the post you were wanting me to view. The architecture is sublime. I love the dome like shapes and the paintings that seem to breath a life of their own on the ceilings and walls. As Canada is a young country, the architecture only dates back a couple of hundreds years. The buildings in Sicily speak of a world that expressed in grand creations. Beautiful images. I am hoping to visit Italy in a couple of years and am looking forward to seeing all this amazing architecture. Thanks for sharing.
    Best,
    Suzanne

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Suzanne guarda tutto quello che riguarda il Barocco siciliano e vedrai grandi meraviglie, ti auguro che presto tu possa visitare la Sicilia....

      Elimina
  2. Che spettacolo!!!!!testimonianza meravigliosa della cultura e della storia siciliana!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grande arte e grandi architetti, storia meravigliosa sul serio...ciao Yrma

      Elimina
  3. INTERESANTE VERAMENTE INTERESANTE E BELLO, COMME TUTTI MONUMENTI DELLA SICILIA.

    RispondiElimina
  4. MADONA!! il pavimento di cermiche e troppo bello, una opera d'arte. Magnifico. un post bellissimo.
    congratulazione.

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

FLORA E FAUNA MARINA del MEDITERRANEO

TOTANI RIPIENI GRATINATI AL FORNO - (TORARI AMMUTTUNATI)

LINGUINE CON TOTANI e pomodorini Pachino

PASTA CON LE PATELLE

LACERTO DI VITELLO AL VINO BIANCO D'ALCAMO D.O.C.

Suggerimenti Utili