PATRIMONI DELL'UMANITA' UNESCO...in Sicilia



Parco Archeologico di Agrigento-
  Tempio di Giunone

La Sicilia rientra in quella categoria i cui i criteri individuati risultano idonei secondo la convenzione di Parigi del 1972, a rappresentare un genio creativo dell'uomo nell'aver aver esercitato influenza  considerevole in un dato periodo, o in un area culturale determinata sullo sviluppo dell'architettura
, delle arti monumentali, nonchè a costituire testimonianza unica o quantomeno eccezionale di una civiltà o di una tradizione culturale scomparsa,.......contenere fenomeni naturali superlativi o aree di bellezza naturale.......essere un esempio eccezionale di processi ecologici e biologici, in essere nello sviluppo e nell'evoluzione degli ecosistemi terrestri e marini.......
Con queste motivazioni qui di seguito sono elencati i siti siciliani che fanno parte del patrimonio mondiale dell'Umanità :


Area archeologica di Agrigento  (1997) La Valle dei Templi
Villa Romana del III secolo in località Casale a 4 km da Piazza Armerina (EN)-(1997)
Isole Eolie  (2000)
Città Barocche del Val di Noto (2002)
Siracusa e la Necropoli Rupestre di Pantalica (2005)
 Percorso di Palermo-Arabo-Normanna e cattedrali di Monreale e di Cefalù  (PA 2015)


Patrimoni orali e immateriali:
La Dieta Mediterranea - 2010
L'Opera dei Pupi -2001


L'Opera dei pupi Siciliani:Raffigurazioni teatrali e storiche
di eroiche gesta del passato per lo più tra Saraceni e Normanni.

QUI DI SEGUITO I CRITERI DI VALUTAZIONE DA PARTE DELL'UNESCO -

NOTA per: Area archeologica di Agrigento-
I criteri adottati dal comitato dell'UNESCO sono stati tali da ritenere AGRIGENTO, come una delle più grandi città del bacino mediterraneo dei resti della colonia Greca nel VI secolo a.c. e dei magnifici templi Dorici, conservati in condizioni eccezionali, come uno dei principali esempi dell'arte e della cultura Greca.

NOTA per: Villa del Casale di Piazza Armerina (EN)
La villa del Casale è una villa tardo Romana, edificata circa nel III secolo d.C. ai piedi del monte Mangone e si estende su una superficie di 4000 mq. dislocata su diversi livelli. La sua unicità è dovuta in modo particolare, alla ricchezza e alla qualità dei mosaici che decorano quasi ogni angolo, i più belli in tutto il mondo romano.

NOTA per: Isole Eolie-
I peculiari aspetti vulcanici delle isole rappresentano in maniera esemplare l'oggetto degli studi della vulcanologia mondiale. Grazie alle ricerche avviate nel XVIII secolo , hanno consentito l'approfondimento dei due tipi di eruzione (Vulcaniana e stromboliana) e continuano tuttora ad essere oggetto  di studi e continui processi che ancora stanno mutando l'aspetto del paesaggio e la composizione  geologica dell'arcipelago.

NOTA per: Città Barocche del Val di Noto-
 Le 8 città della Sicilia sud-orientale: Caltagirone, Militello Val di Catania, Catania, Modica, Noto, Palazzolo, Ragusa e Scicli, furono tutte ricostruite dopo il 1693 sopra o accanto a città esistenti al tempo del terremoto che ha avuto luogo nello stesso anno. Essi rappresentano un notevole impegno collettivo, condotto con successo ad un alto livello di realizzazione architettonica ed artistica, mantenendo all'interno dello stile "Tardo Barocco" del giorno ma anche rappresentare innovazioni distintivo in urbanistica ed  edilizia urbana. Il criterio usato in questo gruppo di città del sud-est della Sicilia fornisce una gloriosa testimonianza del genio esuberante dell'arte "Tardo Barocca" e architettura , e che rappresentano l'apice e la fioritura finale dell'arte Barocca in Europa.

NOTA per: Siracusa e la Necropoli Rupestre di Pantalica-
La Necropoli di Pantalica  contiene oltre 5000 tombe molti delle quali risalgono dal XIII al VII sec. a.c. in essi rimangono dei reperti dell'epoca Bizantina. Nella seconda parte ci si riferisce a Siracusa antica  che include Ortigia, quale primo nucleo di questa città fondata da coloni Greci arrivati da Corinto,nell'VIII sec. a.c. Secondo i criteri adottati dal comitato UNESCO i siti ed i monumenti di Pantalica/Siracusa, formano un insieme che costituisce  una raccolta unica quale straordinaria testimonianza delle culture del mediterraneo attraverso i secoli e nello stesso spazio.

NOTA per:  Percorso Arabo-Normanna di Palermo e cattedrali di Monreale e  Cefalù -
I Monumenti che ne fanno parte sono:
*Palazzo Reale o dei Normanni
*Cappella Palatina
*Cattedrale di Palermo
*Chiesa di San Giovanni degli Eremiti
*Chiesa di Santa Maria dell'Ammiraglio o della Martorana
*Chiesa di San Cataldo
*Castello della Zisa
*Ponte dell'Ammiraglio
*Duomo e Chiostro di Monreale
*Duomo e Chiostro di Cefalù
"L'insieme degli edifici costituenti il sito di 'Palermo arabo-normanna e le Cattedrali di Cefalù e Monreale' rappresenta un esempio materiale di convivenza, interazione e interscambio tra diverse componenti culturali di provenienza storica e geografica eterogenea. 
Tale sincretismo ha generato un originale stile architettonico e artistico, di eccezionale valore universale, in cui sono mirabilmente fusi elementi bizantini, islamici e latini, capace di volta in volta di prodursi in combinazioni uniche, di eccelso valore artistico e straordinariamente unitarie.Il sincretismo arabo-normanno ebbe un forte impatto nel medioevo, contribuendo significativamente alla formazione di una koinè mediterranea, condizione fondamentale per lo sviluppo della civiltà mediterraneo-europea moderna".


NOTA per: La Dieta Mediterranea-
Meraviglioso ed equilibrato esempio di contaminazione naturale e culturale, che è lo stile di vita mediterraneo come eccellenza mondiale. Difatti il termine Dieta si riferisce all'etimo Greco "stile di vita", cioè all'insieme di pratiche, delle rappresentazioni, delle espressioni, delle conoscenze, delle abilità, dei sapere e degli spazi culturali con i quali le popolazioni del mediterraneo hanno creato nel corso dei secoli.
La dieta mediterranea rappresenta un insieme di competenze, conoscenze, pratiche e tradizioni che vanno dal paesaggio alla tavola, includendo le colture, le raccolte la pesca, la conservazione, la trasformazione, la preparazione e in particolare un modello nutrizionale rimasto costante nel tempo.


Le attuali candidature di siti Siciliani sono:

L'Isola di Mozia - l'isola di San Pantaleo un tempo conosciuta come Mozia o Mothia, ubicata presso lo Stagnone di Marsala (TP)
Pantelleria per i famosi vitigni zibibbo di Pantelleria -
La scala dei Turchi (AG)

Commenti

Post popolari in questo blog

FLORA E FAUNA MARINA del MEDITERRANEO

TOTANI RIPIENI GRATINATI AL FORNO - (TORARI AMMUTTUNATI)

LINGUINE CON TOTANI e pomodorini Pachino

PASTA CON LE PATELLE

LACERTO DI VITELLO AL VINO BIANCO D'ALCAMO D.O.C.

Suggerimenti Utili