Bucatini con salsa a Pick-Pack


Bucatini a Pic Pac
Piatto tipico Palermitano, di antiche tradizioni ormai conosciuto in tutte le province siciliane. 

L'origine del nome  di questa salsa è incerta, almeno quanto al suo periodo, talmente tante sono le varianti che l'originalità viene ormai tramandata più come tradizione  familiare che popolare. Stiamo parlando di una delle ricette più semplici  e veloci che si conoscano in assoluto. La versatilità di questa salsa si presta non solo a condire la pastasciutta , ma anche alcuni tipi di minestre, come la pasta con i tenerumi, oltre che alcuni piatti tradizionali come le lumache estive  ( I Babbaluci cu pick pack), oppure i peperoncini dolci saltati in padella e conditi con salsa pick pack. Una precisazione:  per fare questa salsa si usa pomodoro fresco in estate, possibilmente sammarzano oppure pomodoro riccio a canestro, e in autunno e inverno pomodoro pelato in scatola sempre sammarzano . In alcuni casi nella ricerca delle varianti troverete l'uso di basilico, di origano, di formaggio grattugiato , in questa ricetta benchè non è negabile l'uso della cipolla sia da sola che unita all'aglio, noi tratteremo esclusivamente l'aglio, e la tradizione vuole che la pasta condita con salsa a pick pack non va assolutamente condita con formaggio grattugiato.


Salsa a Pick Pack - Ingredienti  per 4 persone:

500 g di pomodori per salsa
Oppure
 450 gr. di pelati in scatola
olio di oliva
4 spicchi di aglio 
sale - pepe

procedimento:
questa salsa è cosi veloce che mentre aspettate che bolle l'acqua per la pasta, la potete tranquillamente preparare. Aprite la scatola dei pomodori e versate tutto il contenuto in un piatto capiente, con una forchetta ed un coltello tagliate in piccole parti tutti i pomodori, aggiungete mezzo cucchiaino di sale e un pizzico abbondante di pepe nero macinato. In una padella con 2 cucchiai di olio d'oliva fate rosolare 4 spicchi di aglio e quando cominciano a sfrigolare e colorirsi buttare di un sol colpo i pomodori nella padella, questa operazione appena descritta è essenziale per tradizione, infatti è probabile che il nome di questa salsa provenga proprio dal rumore dello sfregolio tra il pomodoro freddo e l'olio caldo. Quindi girare un po con un cucchiaio di legno e lasciare cuocere a fiamma moderata per circa 15 minuti.
Nel frattempo scolate la pasta, preferibilmente bucatini (come vuole la tradizione) ma vanno bene anche spaghetti, oppure penne, quindi condite con la salsa mescolando bene e servire ben caldi senza aggiungere nient'altro.......e buon appetito.

Commenti

Post popolari in questo blog

FLORA E FAUNA MARINA del MEDITERRANEO

TOTANI RIPIENI GRATINATI AL FORNO - (TORARI AMMUTTUNATI)

LINGUINE CON TOTANI e pomodorini Pachino

PASTA CON LE PATELLE

LACERTO DI VITELLO AL VINO BIANCO D'ALCAMO D.O.C.

Suggerimenti Utili