lunedì 31 ottobre 2011

Timballo di Anelletti al forno

Timballo di anelletti al forno


Piatto tradizionale della domenica, è un primo piatto ricco di farciture diverse, le più comuni sono melanzane fritte, provolone piccante, scamorza affumicata, mortadella, prosciutto....
Gli anelletti ò anellini è un tipo di pasta tipica siciliana

sabato 29 ottobre 2011

Pastasciutta di spaghetti e patate al vino Nero di Avola



Pastasciutta di spaghetti e patate
Ricetta gustosissima e semplice, di antiche tradizioni le patate rappresentano un alimentazione completa, e da vera protagonista piace a tutti e non sbagli mai. Esistono infinite versioni per questo piatto, di cui con patate a minestra, oppure la più tradizionale patate con zafferano

sabato 15 ottobre 2011

Spaghetti alla carrettiera e la buzzonaglia di tonno

Spaghetti alla carrettiera e la buzzonaglia di tonno

Ecco un altro piatto che si perde nella notte dei tempi, ma vediamo di capire bene prima gli elementi che la compongono. La buzzonoglia di tonno è la parte meno pregiata rispetto alla bottarga e al lattume, è  la parte di carne più vicino alla pancia, quindi più scura perchè più irrorata di sangue e del sottocollo, quindi più vicino alla testa. Nei tempi del passato era un piatto tipicamente marinaro, rappresentava una prelibatezza, non da tutti comunque

domenica 9 ottobre 2011

Pasta con le sarde "Gustosa" alla Trapanese



Ecco un'altro piatto tradizionale, diventato ormai icona della Sicilia, la pasta con le sarde in questo caso tratteremo la seconda versione ufficiale, cioè alla Trapanese. Io non so se l'origine di questa versione sia proprio Trapani, e mi piacerebbe aprire un forum di discussione per arrivare alla verità, però una cosa è sicura che a Palermo tutto quello che viene condito con pangrattato tostato (muddica atturrata) viene detto alla trapanese
 Detto questo, scopriamo insieme il segreto di questa ricetta super gustosa.
Ingredienti per 4 persone:
300 gr. bucatini
circa 700 g. di sarde freschissime
1 mazzetto di finocchietto (meglio se selvatico)
1 bustina di passolini e pinoli  (articolo di gastronomia siciliana)
1 cucchiaio abbondante di estratto di pomodoro, oppure 1 lattina da 100 g. di salsina (doppio concentrato)
2 sarde salate,
mezza cipolla, sale, peperoncino (a piacere) olio d'oliva
100 g. di pangrattato e 1 cucchiaino di zucchero
difficoltà:  ** media 
Preparazione:

Pulite il finocchietto in acqua abbondante e asportate le coste più grosse e dure, metterle in una pentola con acqua a coprire e portare ad ebbollizione fino a cottura ultimata, (devono essere ben cotti) .
Pulire le due sarde salate in acqua corrente e con un coltello eliminate la pelle e la lisca centrale.
Pulite le sarde, desquamarle completamente ( questa è un operazione importante, per evitare la sgradevole sensazione delle squame nel palato),  asportare la testa, eviscerare  aprire la sarda in due ed eliminare la lisca centrale, ci vorrà un po di pazienza, ma ne varrà la pena per un buon risultato.
Per il pan grattato tostato procedere in questo modo, in una padellina antiaderente  versate il pangrattato e un cucchiaino di zucchero, a fiamma moderata mescolando spesso con un cucchiaio di legno fate tostare evitando che si abbrustolisca troppo, quando si sarà scurito un pò in modo omogeneo spegnete e tenete da parte, il risultato sarà un colore ambrato.
In una ciotola mettere l'estratto di pomodoro (oppure la salsina, doppio concentrato) aggiungere un mestolo di acqua di cottura del finocchietto e con una forchetta miscelare bene finche si sarà sciolto completamente, (l'ideale sarebbe farlo con un minipimer, frullatore ad immersione) e tenere da parte.

Procedimento:
in una padella dai bordi alti far rosolare la cipolla tritata finemente  1 peperoncino insieme alle sarde salate che con un cucchiaio di legno andremo a pestare finchè non si saranno sciolte quasi del tutto, aggiungere metà delle sarde fresche e amalgamare per 5 minuti, a questo punto aggiungere il finocchietto che abbiamo tagliato a pezzi piccolissimi, (lasciare l'acqua di cottura del finocchietto da parte), mescolare e quando riprende il bollore aggiungere l'estratto di pomodoro che avevamo sciolto con l'acqua, amalgamare e aggiungere i passolini e pinoli, facciamo cuocere per 5 minuti ancora e aggiungere le sarde rimanenti, amalgamando delicatamente cercando di  non rompere troppo le sarde questa volta, aggiungiamo un mestolo dell'acqua di cottura del finocchietto  la punta di un cucchiaino di sale e fare cuocere per 15 minuti, a questo punto la salsa è pronta.
Nell'acqua di cottura rimasta del finocchietto aggiungere altra acqua sufficiente dove andremo a cuocere la pasta, quindi salare normalmente e cuocere i bucatini al dente, scolarli e versarli nella padella del condimento, girare bene e spolverare delle cucchiaiate di pangrattato sulla pasta continuando a girarla, potete servire cosi nei piatti oppure mettere la pasta in una teglia spolverare ancora del pangrattato e fare gratinare in forno già caldo a 200° per 15 minuti.......e buon appetito.

sabato 1 ottobre 2011

ESCURSIONI E TREKKING ...al Parco Nazionale degli Iblei

 Fonte: Leonardo Rodriguez
I monti Iblei, costituiscono una ramificazione collinare la cui cima più alta è il Monte Lauro 986 mt. s.l.m,  fanno parte della Sicilia sud-orientale e  interessano le provincie di Ragusa Siracusa e Catania. La conformazione montuosa in parte composta da un massiccio calcareo-dolomitico, ha caratterizzato attraverso l'erosione che lo scorrere dei fiumi ha scolpito nel tempo, profondi canyon

POST PIU' POPOLARI