venerdì 10 giugno 2011

PALERMO ....La Conca D'oro

Palermo foto di: Emanuele Muratore (diritti riservati) 




Palermo  capoluogo della Sicilia, con i suoi circa 700.000 abitanti è il quinto comune d'Italia dopo Roma, Milano, Napoli e Torino. Sede dell'assemblea Regionale Siciliana, gli 82 comuni sotto la giurisdizione della provincia di Palermo sono
: Bagheria,Monreale, Carini, Partinico, Termini Imerese, Misilmeri, Villabate, Cefalù, Cinisi, Ficarazzi, Corleone, Terrasini, Belmonte Mezzagno, Casteldaccia, Santa Flavia, Capaci, Altofonte, Trabia, Castelbuono, S.Giuseppe Jato, Caccamo, Gangi, Isola delle Femmine, Lercara Friddi,  Borgetto, Marineo, Altavilla Milicia, Montelepre, Campofelice di Roccella, Piana degli Albanesi, Balestrate, S.Cipirrello, Cerda, Prizzi, Bisacquino, Caltavuturo, Collesano, Torretta, Bolognetta, Alia,  Ciminna, Valledolmo, Polizzi Generosa, Castellana Sicula, Montemaggiore Belsito, Camporeale, Petralia Soprana, Villafrati, Lascari, Castronovo di Sicilia, Trappeto, Pollina, Petralia Sottana, Chiusa Sclafani, Mezzojuso, Vicari, Sciara, Roccapalumba, Palazzo Adriano, Alimena, Giardinello, Giuliana, Ventimiglia di Sicilia, Baucina, Contessa Entellina, Geraci Siculo, San Mauro Castelverde, Isnello, Roccamena, Bompietro, Campofiorito, Aliminusa, Ustica, Blufi, Godrano, Cefalà Diana, Gratteri, Santa Cristina Gela, Scillato, Campofelice di Fitalia, Sclafani Bagni. 


Istruzione e Ricerca -
Oltre ai 450 plessi scolastici  si trova L'Università degli studi di Palermo fondata nel 1805, che con i suoi 60.000 iscritti è una delle principali università Italiane,
Politecnico del Mediterraneo nato da una collaborazione delle 4 università siciliane nel 2008. LUMSA, libera Università Maria Santissima Assunta, ateneo non statale, con sede a Roma ed è presente a Palermo con le seguenti facoltà: Scienza della formazione, Giurisprudenza, Pontificia Facoltà Teologica di Sicilia "S.Giovanni Evangelista", Istituto superiore per imprenditori e dirigenti d'azienda. Libera Università della politica (1994), Istituto Superiore di Giornalismo di Palermo (1953). Sono inoltre presenti strutture per la Ricerca scientifica quale: Istituto Mediterraneo per i trapianti e terapie ad alta specializzazione, Istituto Zooprofilattico sperimentale della Sicilia "Adelmo Mirri". Istituto di Astrofisica spaziale e fisica cosmica di Palermo, Istituto di Biomedicina e di Immunologia Molecolare "Alberto Monroy".

STORIA -
In un percorso millennario possiamo ammirare un notevole patrimonio artistico, e  per ovvie questioni culturali e politiche, è stata da sempre annoverata tra le maggiori città del Mediterraneo. Le origini ci portano molto lontano nel tempo, basti dire che molte testimonianze conservano il ricordo già dall'era paleolitica e mesolitica (grotte dell'addaura) , ma nel dettaglio della città dobbiamo dire che Palermo fu fondata dai Fenici nel 734 a.c. con il nome di Zyz, a ricordo del loro ingegno abbiamo ancora la strada più antica "il Cassaro" (oggi- corso Vittorio Emanuele) che venne tracciata proprio dai fenici, che tagliava in due parti l'agglomerato con l'asse cittadino, collegando l'originario porto alla necropoli. I Greci furono coloni abituali della Sicilia in generale, tuttavia non sono riconosciuti tra i conquistatori, piuttosto pacifici e industriosi spesso erano costretti a ritirarsi più verso l'entroterra, dove possiamo trovare enormi siti archeologici di interesse mondiale, per esempio Selinunte. La prima vera conquista avvenne da parte dei romani che la sottrassero ai Cartaginesi, per diversi secoli Palermo fu provincia romana col nome di "Panormus". Dal 535 la città fu distrutta dai vandali ma fortunatamente liberata dai Bizantini che la tennero per i successivi 3 secoli. Nel IX secolo gli Arabi conquistano La Sicilia e designano Palermo come capitale col nome di "Balarm" , divenuta a tutti gli effetti emirato Arabo, è ricordata come la città delle trecento moschee. Gli arabi lasciarono una profonda traccia su Palermo, introdussero nuovi metodi di agricoltura con gli agrumeti sopratutto, e con un ingegnoso sistema idrico di veri pozzi sotterranei in orizzontale realizzarono di fatto "la conca d'oro". L'economia si sviluppò enormemente, e sotto il dominio arabo la città visse un lungo periodo di benessere economico e sociale, il traffico mercantile di tutto il mediterraneo aveva il suo epicentro proprio a Palermo per alcuni versi capitale d'Europa. Nel 1098 sotto l'investitura papale i Normanni ebbero l'incarico di conquistare Palermo e riportarla al culto cristiano, ben presto molte moschee vennero modificate e divennero chiese cristiane come il caso della chiesa San Giovanni degli Eremiti, ma l'architettura normanna andò ben oltre queste modifiche lasciando una grande eredità di splendore artistico, di cui : la chiesa di Santa Maria dell'Ammiraglio (o della Martorana), il Palazzo dei Normanni, la Cappella Palatina, la chiesa di San Cataldo, la Zisa, la Cuba, la residenza di Maredolce ecc. Dopo il periodo normanno subentrarono gli svevi (1194-1266), gli angioini (1270-1282) che spostarono la capitale a Napoli, ma dopo la rivolta del vespro siciliano la capitale ritornò a Palermo sotto gli Aragonesi fino al XV secolo in cui devenne vicereame spagnolo. Nel 1734 diviene dominio Borbonico e nel 1816 si consolidò il regno delle due Sicilie  spostando nuovamente la capitale a Napoli, ciò causo notevoli dissensi, da qui cominciarono a muovere i primi passi i separatisti, che causarono diverse rivolte. Uno tra i più grandi da ricordare Ruggero Settimo che nel 1820 partecipa alla prima rivolta separatista. Nel 1860 avviene lo sbarco dei Garibaldini in Sicilia e da li a poco tra molti dissensi si procederà all'unificazione d'Italia, contesto in cui  Palermo subì un declino economico li dove decenni prima era stata tra le prime città più importanti d'Europa per ricchezza economica (un terzo del capitale italiano), e per flotte mercantili (la seconda in Europa).


PERSONAGGI FAMOSI :
politici=
Ruggero Settimo (1778.1883) statista- 
Vincenzo , Ignazio Florio e Donna Franca (1800-1900) Imprenditori e politici -
Falcone e Borsellino Magistrati
Giovanni Falcone e Paolo Borsellino- Magistrati
mondo dello spettacolo=
Franco Franchi e Ciccio Ingrassia- attori comici
Lando Buzzanca-attore
Pino Caruso - attore
Tony Sperandeo - attore
Aldo Baglio- attore
Ficarra e Picone- attori e show-man
Giuni Russo - cantante
Salvatore Schillaci - Calciatore
Agricantus- gruppo musicale
I Tinturia - gruppo musicale


TURISMO:


Luoghi di interesse artistico:
 Partendo dal  vecchio Cassaro (corso Vittorio Emanuele) si trovano una serie di monumenti e chiese di epoca Normanna come la Cattedrale di Palermo (1185) , Palazzo dei Normanni e la cappella Palatina, il museo diocesano, la chiesa di San Francesco D'assisi (XIII sec.)esempio di architettura Gotica,  la chiesa di Sant'Agostino (1275), sempre dello stesso periodo la chiesa della Gancia e la chiesa di Santa Maria dello Spasimo, Palazzo Bonocore, Palazzo Sitano, fontana del cavalluccio marino, Palazzo Belmonte Riso, Monastero del gran Cancelliere, Chiesa del SS.Salvatore, chiesa di Santa Caterina,  Chiesa del Gesù o casa Professa, Piazza Pretoria con la fontana del Camilliani,la Chiesa della Martorana, la chiesa di San Domenico con caratteristici elementi Rococò , ovviamente questo non è un elenco completo anche se esauriente ma solo un accenno,  vale la pena  ricordare anche l'arte del tardo Barocco, come i quattro canti di Palermo, La chiesa di Santa Teresa alla Kalsa.
Chiesa di Santa Teresa alla Kalsa  esempio di stile Barocco Dedda71
Nel XIX secolo si afferma lo stile neoclassico di cui abbiamo due splendidi esempi, il teatro Massimo,teatro Politeama
, oltre varie costruzioni private eseguite da Ernesto Basile, come il villino Florio per esempio, oppure l'hotel Villa Igiea, periodo in cui si esprime lo stile Liberty, come il chiosco Ribaudo


chiosco Ribaudo file di Pubblico_dominio
Sempre per quanto riguarda il turismo ogni anno nel periodo estivo il comune organizza degli autobus panoramici a 2 piani con cui si fanno degli itinerari dei maggiori luoghi d'interesse artistico di tutta la città, partenza dal Politeama il percorso dura circa tre ore e il prezzo è di circa 25 euro.


EVENTI:
Il 14 e 15 luglio si svolge la festa in onore del Santo Patrono, Santa Rosalia (u Fistinu), per la verità i festeggiamenti durano almeno una settimana in giro per i quartieri di Palermo, per poi concentrarsi in un unico corteo . Questo tradizionale evento che richiama centinaia di migliaia  di fedeli, curiosi e turisti da ogni parte, già dai primi giorni di luglio iniziano concerti, spettacoli, mostre  e si concludono con la manifestazione religiosa del 15 luglio. La sera precedente però la festa giunge all'apice con una solenne processione che parte da Palazzo dei Normanni, attraversa tutto il Cassaro (corso Vittorio Emanuele) e giunge fino a mare attraverso Porta Felice. Un carro trionfale trainato da buoi che trasporta la Santa  si ferma davanti la cattedrale, e arrivati ai 4 canti solitamente il sindaco depone dei fiori ai piedi della Santa e grida: "Viva Palermo e Santa Rosalia", giunti alla marina ha luogo una manifestazione pirotecnica che conclude la serata. Nel 1974 fu costruito un carro settecentesco a forma di vascello di 10 mt. di altezza e 9 di lunghezza, nel 2006 ne viene costruito un'altro che si discosta dallo stile barocco, e prende la forma di una imbarcazione a vela interamente di cristallo Swarowsky, nel 2008 il simbolo del carro sono le rose rosse.


IL SIMBOLO DI PALERMO:
Montepellegrino - opera propria -
Nel cuore dei palermitani ci sono due cose che primeggiano su tutto, Montepellegrino luogo di pellegrinaggio a Santa Rosalia, e la Palermo calcio, che già da qualche anno ci sta dando qualche soddisfazione in serie A. Montepellegrino non è un semplice monte, anche se già fa parte delle riserve naturali della Sicilia, è di più, è il "logo" di Palermo, credo che non ci sia stato matrimonio celebrato che non abbia preventivato una visita a Montepellegrino davanti al Santuario. Ogni palermitano è legato in qualche modo a questo luogo per tradizione familiare. Negli anni 60 nel mese di settembre quasi ogni famiglia faceva il pellegrinaggio a piedi, partendo dalle falde del monte fino alla cima, ci si partiva alle 4 del mattino  ripetendo una nenia dedicata alla Santuzza, alcuni per qualche grazia ricevuta facevano la strada in ginocchio. 
Ogni turista che viene a Palermo non può fare a meno di visitarlo, non fosse altro per i suoi panorami spettacolari. 


MERCATI STORICI :
Il mercato della Vucciria, si trova tra via Roma e corso vittorio Emanuele. Mercato il Capo, in via Carini. E il mercato della Ballarò.




SPIAGGE PALERMITANE:
La spiaggia palermitana per eccellenza è Mondello, poi abbiamo un'altra spiaggia storica ma che negli ultimi anni ha perso interesse ed è Romagnolo, molto frequentata negli anni 60, altre spiagge famose sono Acqua Santa, che nel periodo liberty era luogo di Bagni Minerali e termali per una sorgente naturale, Arenella e Vergine Maria.


LA VETRINA DELLA CITTA': 
Palermo offre al turista un'infinità di itinerari, sia essi storici e pieni di arte, oppure tradizionali, una delle quali è la vetrina cittadina, è una delle più belle strade dove i palermitani amano passeggiare e ovviamente è più ricca di negozi alla moda, fa parte del centro, comincia dalla via Libertà una delle vie più lussuose di Palermo, contornata di ville e palazzi  in gran parte del periodo neo-classico (fine 800), tutta alberata e procedendo verso il centro congiunge con Piazza Politeama  continua come via Ruggero Settimo fino a Piazza G.ppe Verdi (piazza Massimo per i palermitani) dove si trova il teatro Massimo e attraversando i quattro canti dove si incrocia con il vecchio Cassaro arriva fino alla stazione centrale. E' la strada per eccellenza dove fare shopping e contemporaneamente ci si può fermare per mangiare nei molti locali tradizionali di gastronomia siciliana che si incontrano lungo la via, oppure gustare degli ottimi gelati  e le famose granite siciliane.

Nessun commento:

Posta un commento

POST PIU' POPOLARI