SICILIA ARABA






Il dominio Arabo in Sicilia avvenne nell'anno 827, con lo sbarco a Marsala e durò ufficialmente fino al 1091 con la caduta di Noto, ma in realtà già dal 1072 i Normanni amministravano il territorio, pur mantenendo un atteggiamento di tolleranza verso gli ultimi Arabi che avevano deciso di restare. Tra le testimonianze di ciò che resta della civiltà Araba
, veramente poche riguardano le costruzioni, anche perchè era in uso modificare vecchie strutture esistenti a moschee, come nel caso della chiesa di  S. Giovanni degli Eremiti, altri più noti da ricordare sono gli ambienti inferiori della cappella Palatina, il Bagno di Cefalà Diana, la Cuba, e non meno i Qanat veri e propri pozzi in orizzontale nei sotterranei di Palermo che fecereo letteralmente fiorire ciò che oggi viene orgogliosamente nominata come la  Conca D'Oro. Balarm (Palermo) la città delle trecento Moschee, fù capitale ed Emirato Arabo. Imposero ai Cristiani che non volessero convertirsi all'Islam la consueta fiscalità che era più pesante  rispetto a quella riservata ai sudditi musulmani, circa il 60% della popolazione si convertì all'Islamismo. Ai Cristiani comunque fu consentito una forma di culto privata e nelle chiese già esistenti, non era ammesso fare proselitismo nè edificare nuove chiese. Tuttavia a detta degli storici la Sicilia sotto la dominazione Araba rifiorì sia economicamente che culturalmente e godette di un lungo periodo di pace e prosperità. Vennero introdotte tecniche innovative per la coltivazione, così da una monocoltura si passò a una più ampia varietà di coltivazioni, nel commercio l'Isola fù al centro di un'estesa rete marittima, divenendo il punto nevralgico degli scambi nel, mediterraneo. Molto rimane invece nel territorio della cultura e della storia linguistica Siciliana, fino all'attuale rinomata gastronomia, quali il cuscus e le arancine, a loro va anche attribuita la conoscenza e il commercio di una   grande varietà di spezie, la coltivazione del riso e gli agrumeti. Palermo che sfoggiava tutto il suo lusso, si presentava come una  città orientale e capitale del Mediterraneo.


pagine correlate:  I Qanat

Commenti

Post popolari in questo blog

FLORA E FAUNA MARINA del MEDITERRANEO

LINGUINE CON TOTANI e pomodorini Pachino

La piccola Baia di S.ELIA

Pasta con le sarde "Gustosa" alla Trapanese

SARTU' di RISO

Suggerimenti Utili